Cavani – Pato, sfida sudamericana

    Una sfida tutta sudamericana andrà in scena questa sera nel posticipo di campionato tra Napoli e Milan. Il bomber uruguaiano Edison Cavani a quota 6 reti sfida il brasiliano Pato a quota 4 ma con molte meno partite sulle gambe in stagione. Due giovanissimi campioni, 23 anni il primo e 21 il secondo, un valore aggiunto per la nostra serie A.

    La carriera calcistica di Cavani nasce in Uruguay nelle giovanili del Danubio; soprannominato “El Botija”, il ragazzino, a causa del suo fisico esile; viene portato in Italia dagli attenti uomini di Zamparini. Buone le sue giocate nel Palermo anche se l’esplosione è ritardata dalla presenza in rosa di campioni del calibro di Amauri e Miccoli, spesso preferiti al giovane uruguaiano. Quest’anno sembrerebbe l’anno della consacrazione, arrivato al Napoli in prestito con diritto di riscatto per i partenopei, considerata anche la cessione di Quagliarella alla Juventus e il grave infortunio di Lucarelli, Cavani non avrà concorrenti nel reparto avanzato.

    Alexandre Pato invece inizia in Brasile nell’International di Porto Alegre; dotato di una buona tecnica accompagnata da rapidi movimenti viene accostato dai più grandi campioni brasiliani di un tempo (Dunga e Ronaldo) a Careca, ex attaccante del Napoli dei tempi d’oro. Prelevato dal Milan nell’estate del 2007 per 22 milioni, ancora minorenne (17enne) è ora ritenuto senza dubbio uno dei migliori talenti del calcio moderno.

    Ricerca personalizzata