“C’è un leone in A14”: scatta il safari nelle campagne bolognesi

    “C’è un leone in autostrada”. Di solito in pieno agosto capita che qualcuno veda balenare una pantera nelle campagne, lo scoop dell’estate. Ma qui il solleone non c’entra nulla: l’ allarme è stato lanciato ieri mattina presto da un camionista che percorreva l’ A14 nei pressi del casello di Castel San Pietro, a pochi km da Bologna.

    Secondo la sua descrizione, l’uomo ha avvistato un felino di grossa taglia, del peso indicativo di 20-30 chili, colore scuro, grosse zampe, lunga coda. Non ha detto se la bestia l’ha salutato facendo “Roar”, ma di certo è scattata subito la battuta di caccia al leone o alla pantera nelle campagne circostanti.

    Dieci pattuglie dei carabinieri, polizia della strada, guardie forestali  e operatori del centro recupero della fauna selvatica di Monte Adone stanno battendo le campagne tra Castel San Pietro e Medicina; le ricerche sono in corso da ieri mattina presto ma non hanno dato ancora nessun esito, anche a causa della nebbia che, come spesso accade, avvolge la zona. Nessun altro avvistamento, dunque, ma dell’animale non si trovano nemmeno le impronte.

    Esclusa l’ipotesi che si tratti di un felino fuggito dal vicino circo Praga, in questi giorni di stanza nella cittadina emiliana; ma si pensa possa essere lo stesso puma avvistato qualche settimana fa nel Ferrarese: la caccia è ripresa ieri pomeriggio, con l’ aiuto dei cani usati per la caccia al cinghiale. Bufala o fauna autoctona?

    Ricerca personalizzata