Champions League: il Milan all’esame Barça, Real a Cipro

    Una montagna da scalare. L’urna di Nyon non è stata benevola con il Milan, unica italiana rimasta in Champions League: nei quarti di finale i rossoneri affronteranno il Barcellona, con gara d’andata mercoledì 28 marzo in casa e ritorno al Camp Nou il 3 aprile.

    Sorteggio non proprio fortunato, con la peggiore delle ipotesi possibili, visto che nel doppio confronto dei gironi i blaugrana si imposero a San Siro per 3-2, ma furono fermati sul 2-2 dalla squadra di Allegri, pur dominando per 90′.  La sfida della verità per il club milanese, che si troverà di fronte all’ostacolo più grande per confermare le ambizioni e le speranze di poter collezionare l’ottava coppa dalle grandi orecchie della storia milanista.

    Gongola il Real Madrid. Ai blancos capita l’avversario più desiderato: il miracoloso Apoel Nicosia, unica squadra cipriota ad aver raggiunto i quarti della massima competizione europea.
    Il tabellone presenta degli accoppiamenti interessanti, mettendo a confronto stili e nazioni diverse (ben 7 i paesi rappresentati) con il Marsiglia giustiziere dell’Inter che dovrà affrontare il Bayern Monaco, motivatissimo ad andare avanti per giocare la finale nel proprio stadio. L’atto conclusivo a Monaco di Baviera, avrà luogo il 19 maggio.
    L’altro quarto di finale, vedrà di fronte Chelsea (che ha eliminato il Napoli agli ottavi) ed il Benfica che ha avuto la meglio sullo Zenit San Pietroburgo.

    Deciso anche il quadro delle semifinali che la cui andata si giocherà 17 e 18 aprile, con le gare di ritorno il 24 e 25 dello stesso mese: nel primo atto si affronteranno le vincenti di Marsiglia – Bayern Monaco e Apoel Nicosia – Real Madrid, mentre chi passerà tra Milan e Barcellona giocherà la gara d’andata in casa della vincente tra Benfica e Chelsea.

    Ricerca personalizzata