CHAPATI

    Oggi facciamo un salto nella cucina indiana e partiamo dalla base, dall’elemento comune a tutti i menù: il pane. Su richiesta di un amico posto la ricetta del chapati.

    Chapati

    Ingredienti:

    • 300g farina
    • 150 ml acqua
    • 2 cucchiai d’olio d’oliva
    • 50 ml di latte
    • un pizzico di sale

    Per dare ogni volta un sapore diverso si possono aggiungere all’impasto del curry, della paprika, qualsiasi spezia o erbetta.

    Per chi volesse un pane piu’ morbido, aggiunere un cubetto di lievito di birra.

    Preparazione:

    In una terrina capiente, aggiungere la farina, l’olio, il sale, l’acqua e il latte. Rimestare il tutto con un cucchiaio di legno, fino a quando l’impasto raggiunge una certa consistenza. Poi lavorarlo con le mani e aggiungere farina o latte a seconda che l’impasto sia troppo bagnato o troppo secco. Continuare a lavorare l’impasto su una spianatoia per 10 minuti, fino a farlo diventare liscio e compatto. Preparare dei panetti della grandezza di un palmo della mano che verranno poi stesi con il mattarello per formare una sorta di piadina. Ogni chapati deve essere cucinato da solo in una padella anti-aderente a fuoco medio. Non mettete ne’ olio ne’ burro nella padella, la pasta non si attacchera’. Cuocete la piadina da entrambe le parti, fino a quando appariranno delle bolle d’aria sulla superfice del chapati. levatelo dal fuoco prima che si secchi. Va servito appena fatto. Se si raffredda e’ possibile scaldarlo per pochi secondi nel micronde, dove manterra’ la sua morbidezza

    Altri tipi di pane indiano:

    Naan: pane lievitato di farina bianca, con latte e uova e cotta al forno. Esistono le varianti ripene al formaggio ( cheese naan  ), spalmata di burro fuso (butter naan), con ragù d’agnello (keema naan), con aglio, frutta secca, mandorle…

    Paratha: la pasta è quella dei chapati, ma una volta stesa e resa sottile e circolare, viene ripiegata due volte fino a formare un triangolo dai bordi sigillati e poi cotta sulla Tawa. Assomiglia a una crespella.

    Poori: la pasta dei chapati con l’aggiunta di olio o di burro chiarificato e poi fritti in olio.

    Passiamo ora alla rubrica della cucina ed i segni zodiacali: oggi i segni d’aria.

    Gemelli

    Sotto il punto di vista alimentare sono un segno molto capriccioso e amano sperimentare nuovi sapori e variare la loro dieta. Non disdegnano di provare le cucine esotiche dei paesi lontani e di tentare insoliti accostamenti di sapori. Non amano i pasti lauti: come per tutto quello che li riguarda, preferiscono gustare un po’ di tutto, senza esagerare in nulla. Ma nonostante questo, i nati sotto il segno dei Gemelli, amano mantenersi in forma e per questo tendono a limitare il consumo di grassi nell’alimentazione di tutti i giorni. E’consigliabile loro di arricchire la dieta di legumi o uova, ovviamente senza esagerare con le seconde visto l’alto apporto di colesterolo. Anche il calcio può essere insufficiente nella loro dieta. E’ per questa ragione che devono bere la quantità sufficiente di latte e mangiare un quantitativo ragionevole di latticini.

    Bilancia

    I nati sotto il segno della Bilancia, a volte risultano un po’ indifferenti al cibo e proprio per questo motivo riescono ad adattarsi senza grossi problemi alla maggior parte delle tipologie di cucina ed ai vari alimenti. Per via del loro senso del bello, gradiscono sicuramente moltissimo una tavola imbandita a regola d’arte, per questo segno, infatti, è molto importante il modo in cui i piatti vengono preparati e presentati.Inoltre, i Bilancia, non amano le attese troppo lunghe tra una portata e l’altra che li costringa a stare troppo a tavola. Amano intervallare ricette tradizionali con piatti tipici di cucine etniche ed esotiche. Cibi consigliati per il segno sono: riso integrale, pesce al cartoccio, prosciutto crudo e cotto, fesa di tacchino, latte e latticini, pesce, frutti di mare, formaggi freschi e semistagionati, yogurt. Tra le verdure: asparagi, spinaci, barbabietole, carote, peperoni rossi, verdi e gialli, lattuga, ravanelli, champignons. Mentre la frutta più adatta è: mele, uva, ribes, mirtilli, uva spina, fragole, fichi, noci del Brasile, mandorle

    L’acquario

    Uno dei segni più amanti del cibo in assoluto apprezzano oltre alla buona cucina, anche delle porzioni molto abbondanti e sostanziose. sfortunatamente, a questo amore per il cibo, spesso si oppongono delle intolleranze alimentari che che bloccano un po’ la loro golosità. Apparecchiate per loro la tavola con un tocco di originalità e proponete degli accostamenti di sapori non troppo classici.Durante i pasti adorano stare in buona compagnia, chiacchierando e scambiando allegre battute. Cibi indicati per l’Acquario sono: formaggi, latte, yogurt, legumi, carne in generale, gamberi, salmone affumicato. Tra le verdure, menzioniamo: spinaci, barbabietole, piselli, patate, fagiolini, carote, asparagi, carciofi, cavoli, cetrioli, lattuga, sedano, ravanelli.Mentre per quanto riguarda la frutta : fichi, fragole, mele, pere, cocco, mango, papaia, kiwi, preferibilmente in macedonia.

    Ricerca personalizzata