Chievo-Milan, Allegri si gioca tutto

Ora o mai più. Il Milan, a 19 punti dalla capolista Roma, a 16 lunghezze dal terzo posto e invischiato nelle zone basse della classifica, è ospite domani alle ore 15,00 del Chievo allo stadio Bentegodi, dove i rossoneri in questa stagione sono già caduti sotto i colpi di Toni alla prima giornata. Sulla squadra di Massimiliano Allegri pesano gli eventi societari e sportivi che stanno contraddistinguendo questo delicato momento. Le dichiarazioni di Barbara Berlusconi hanno minato l’ambiente e mai come in questo periodo, l’amministratore delegato del Milan Adriano Galliani, è stato così vicino all’addio alla società di via Turati. In soccorso all’allenatore livornese non arrivano sicuramente i risultati del campo. La crisi del Milan preoccupa, al di là dei distacchi già citati: tre sconfitte in dieci giorni, e il dato complessivo parla di sei sconfitte in quattordici partite tra campionato e Champions. Per Allegri, la partita nella città scaligera assume la fisionomia di un’ultima spiaggia.

Se non dovesse arrivare la vittoria esterna che manca dalla scorsa stagione a Siena, il tecnico rischierebbe l’esonero che dopo un quarto di campionato deludente potrebbe rappresentare la scossa necessaria all’ambiente milanista. In attacco, squalificato Balotelli, giocheranno probabilmente Kakà e Matri, centrocampo con Montolivo, de Jong e Muntari, in difesa torna Mexes e a sinistra confermato Emanuelson. Basterà per allontanare lo spettro della “fatal Verona” che attanaglia i rossoneri dal maggio 1973, quando proprio nella città di Romeo e Giulietta l’allora squadra di Rocco perse lo scudetto? Ai posteri l’ardua sentenza.

Il Chievo, ultimo in classifica con cinque punti, proverà a tendere l’ennesimo scherzetto alla squadra rossonera. Mister Sannino, dopo il pareggio conseguito a Bologna e la “quasi impresa” di Roma, chiede continuità ai suoi ragazzi che in casa hanno dato filo da torcere anche a squadre blasonate come Napoli, Juventus e Fiorentina. Il tecnico clivense si affiderà a Pellissier che farà coppia in attacco con uno tra Paloschi e Thereau.

Si prospetta quindi una gara intensa a livello agonistico con due squadre pronte a darsi battaglia su ogni pallone per portare a casa tre punti preziosi per i rispettivi obiettivi stagionali, perciò non resta che augurarci: buon Chievo-Milan e buon campionato.

Ricerca personalizzata