Chirurgia estetica: in arrivo il laser contro rughe e grasso

    La chirurgia estetica diventa sempre più presente nel mondo della bellezza. La medicina in ambito estetico ha sviluppato tecnologia e innovazioni sempre all’avanguardia e adesso arriva una scoperta rivoluzionaria tutta italiana, in cui un laser può eseguire ritocchi chirurgici senza lasciare incisioni e ritocchi e tagli sulla pelle. Vediamo meglio nel dettaglio di che cosa si tratta.

    L’utilizzo della luce senza dover necessariamente subire il taglio di un bisturi sembra essere un sogno in fase di realizzazioni per molte donne, ma anche uomini che desiderano eseguire quel piccolo ritocchino su quella determinata parte del corpo, ma che per paura e spesso sfociata in vera fobia, non riescono a eseguire, impressionati dall’eventualità che quel bisturi possa esercitare un taglio sulla loro pelle.

    Si tratta di una speciale fibra ottica, che è in grado di poter rimodellare i difetti del tuo corpo e del tuo viso senza lasciare tracce evidenti. Nessun taglio invasivo e degenze in ospedale dunque per l’appropriamento di questa nuova tecnologia laser.

    Il Professor Daniel Cassuto, ha spiegato che si tratterebbe di una fonte luminosa, appunto laser o meglio fibra ottica, con un diametro inferiore a quello comunemente conosciuto e utilizzato. Infatti, questo ha un diametro di 0,1 mm rispetto al comune di0,3 mm.

    Questa consistenza permette così al chirurgo estetico, di intervenire effettuando solo dei micro tagli invisibili, e lavorare inserendo nell’epidermide questo laser e proseguire al lavoro richiesto e da effettuare, senza che il paziente riscontri segni evidenti e periodi lunghi di cicatrizzazione.
    Daniel Cassuto è professore di chirurgia plastica all’università di Modena e Reggio Emilia e consigliere dell’Associazione Europea di chirurgia estetica, ed ha continuato asserendo che questa tecnica innovativa, con questo nuovo laser, sfrutta la forza termica da questo generata.

    Questo di fatti questo laser costituito da diodi a lunghezza d’onda assorbite, esegue una vera selezione tra le cellule di grasso e l’acqua contenuta nell’epidermide per effetto del calore. L’adiposità contenuta si scioglie fuoriuscendo contemporaneamente dalle micro incisioni effettuate per eseguire l’intervento, e al contempo influisce positivamente, in quanto produce anche una retrazione immediata della cute.

    Questa nuova tecnica permette così di eseguire interventi di lift light, si tratta del primo intervento intra – lesionale, il quale riesce a risolvere in modo duraturo ed efficace, i granulomi del volto, spesso provocati dalle complicazioni delle infiltrazioni filler.

    Ricerca personalizzata