Cinema e cibo: gli spaghetti di Kung Fu Panda

Continuiamo il nostro viaggio alla scoperta dei piatti più sfiziosi del grande schermo: oggi vogliamo ricordare la cucina orientale del film d’animazione Kung Fu Panda. Nel cartone animato si vede come, il goffo panda di nome Po, sia più un estimatore del cibo piuttosto che del kung fu.

Allevato dal padre a suon di zuppa di spaghetti, Po si trova costretto a perpetuare il lavoro del padre e quindi prepara, serve e vende gustosissimi spaghetti. Nella cucina cinese questi spaghetti esistono realmente e vengono chiamati noodles.

Qui di seguito vi riportiamo la gustosa ricetta. Per preparare una zuppa di noodles, ovvero spaghetti cinesi in brodo, vi serviranno i seguenti ingredienti: ½ cavolo cappuccio, 3 carote, 1 porro, 1 patata, sale o salsa di soia, spaghetti di grano duro o noodles cinesi. Per chi lo desiderasse è possibile arricchire il piatto aggiungendo a piacere altre verdure come zucchine, cipollotti, funghi o alghe cinesi.

Procedimento: dopo aver lavato con cura le verdure e sbucciato la patata, tagliate il porro ad anelli, la carota e il cavolo a strisce sottili (per le carote potete aiutarvi con un pela patate). Ponete tutte le verdure in una pentola sufficientemente capiente, riempite quest’ultima d’acqua e portate a bollore. Lasciate cucinare le verdure finché saranno giunte a cottura e fatele riposare nel brodo che si è prodotto. In una pentola a parte cuocete gli spaghetti spezzandoli a metà oppure i noodles, che vanno cucinati come fossero normali spaghetti; per salare potrete decidere di usare il normale sale oppure qualche goccia di salsa di soia. Unite quindi i noodles alle verdure e al loro brodo e servite in un piatto fondo o nella classica ciotola cinese.

Ricerca personalizzata