Coca Cola e Pepsi potrebbero cambiare ricetta a causa di un ingrediente potenzialmente cancerogeno

A seguito di una petizione del Center for Science in the Public Interest – un’associazione americana per la tutela dei consumatori – i due colossi ed eterni rivali Coca-Cola e Pepsi sono stati messi sotto accusa dallo stato della California poiché le bevande da loro prodotte sono state ritenute cancerogene. La causa di tutto ciò sarebbe da ricercarsi nella presenza del caramello ammonio solfito previsto dalle ricette.

Lo stato della California, dopo alcuni test condotti su topi da laboratorio, ha intimato alle due aziende di cambiare ricetta o di porre sull’etichetta dei loro prodotti una dicitura che avverta i consumatori del pericolo. In realtà i test condotti non sembrano trovare un reale riscontro scientifico poiché limitati a piccoli roditori: pare infatti che un essere umano dovrebbe bere una quantità di oltre 1000 lattine di prodotto al giorno per incorrere in un reale rischio di contrarre il cancro.

Nonostante tutto The Coca-Cola Company ha chiesto ai produttori di caramello di diminuire di 4-mei le dosi di colorante e ha inoltre tranquillizzato i consumatori garantendo che la storica ricetta e di conseguenza il gusto inconfondibile del proprio prodotto non verranno in alcun modo variati. L’unica cosa che potrebbe effettivamente differire, anche se minimamente, potrebbe essere il colore.

L’American Beverage Association, gruppo che rappresenta le due aziende, rassicura i consumatori garantendo che non esiste un reale rischio per la salute e pertanto le bevande subiranno modifiche talmente leggere da non accorgersi dei cambiamenti apportati. Per ora la restrizione riguarda il solo stato della California ma presto i due colossi del beveraggio, che detengono ben il 90% del consumo di bevande frizzanti sul mercato americano, potrebbero trovarsi ad affrontare questo problema dapprima in tutti gli USA e poi nel resto del mondo.

Ricerca personalizzata