Cocaina, Lindsay Lohan condannata a 30 giorni di carcere

    Beccata! Di nuovo. Lindsay Lohan torna in gattabuia, dopo essere risultata positiva a due test antidroga proprio durante un periodo di riabilitazione forzata. Poco dopo l’uscita nelle sale americane di Machete, il primo film che la vede di nuovo in scena dopo 3 anni di assenza dal grande schermo, per la bella e tormentata protagonista di Quel pazzo venerdì si prepara invece l’ingresso tra le mura del carcere.

    Mura ormai note, a dire il vero, per la cattiva ragazza di Hollywood i cui guai con la giustizia sono inziati nel 2007 quando appena ventenne sembre essere risultata ubriaca alla guida dopo aver causato un incidente. E dalle porte del carcere di Los Angeles l’ex enfant prodige dell’impero Disney era uscita lo scorso luglio, dopo 14 giorni dietro le sbarre. Una pena scontata grazie alla promessa di redenzione attraverso un programma di riabilitazione obbligatorio proprio per liberarsi della dipendenza da alcol e droghe.

    Dopo l’esito dei due test, che hanno rivelato una positività nel primo caso alla cocaina e nel secondo ad anfetamine, i giudici non hanno voluto sentire ragioni e hanno lasciato inascoltati i giudici della difesa. Trenta giorni di carcere vero, il verdetto, trascorsi i quali la Lohan dovrà ripresentarsi di fronte al giudice. Basteranno a rimettere la biondina in carreggiata?

    Ricerca personalizzata