Colazione all’americana: prepariamo i pancake

Sebbene l’alimentazione mediterranea e in generale la gastronomia e la pasticceria italiana siano rinomate in tutto il mondo, ci sono delle pietanze straniere – diventate il simbolo di una nazione – che sono entrate a far parte anche della nostra cucina.

Tutti noi guardando i film e i telefilm hollywoodiani abbiamo sicuramente visto e sentito nominare i famosi pancake. Si tratta di una sorta di crêpes soffici e spesse che solitamente vengono consumati a colazione insieme all’altrettanto classico sciroppo d’acero. Sono più spessi delle crêpes, sono alti infatti dai 12 ai 20 mm, e lo spessore dipende in parte dalla consistenza dell’impasto e in parte dall’uso di bicarbonato di sodio o di altro lievito chimico. La guarnizione o accompagnamento dipendono molto dai gusti: oltre allo sciroppo d’acero si adattano benissimo anche marmellata, miele, panna montata e cioccolato o zucchero a velo se desideriamo il dolce oppure bacon o burro fuso se preferiamo il salato. Esistono poi delle varianti alla ricetta classica che prevedono l’aggiunta di cannella o vaniglia oppure l’uso di yogurt al posto del latte.

I pancake sono consumati prevalentemente in America Settentrionale ma in genere in tutti i paesi influenzati dalla cultura inglese sono comunque diffusi anche se con qualche variante: negli USA vengono chiamati anche hotcakes, griddlecakes o flapjacks; in Irlanda e in Gran Bretagna vengono preparati solitamente per il martedì grasso e prende infatti il nome di Pancake Tuesday; anche nelle isole britanniche si preparano queste delizie che prendono il nome di Scottish pancakes; in Australia e Nuova Zelanda troveremo invece i Pikelets serviti con marmellata e panna; in Scozia infine vengono visti più come dessert e quindi serviti a fine pasto anziché per colazione.

Tutte le mamme sanno che la colazione è il pasto più importante della giornata ma che spesso diventa difficile convincere i nostri bambini a fermarsi a tavola per mangiare e ancor di più trovare qualcosa di sfizioso che accontenti il palato e dia il corretto apporto calorico per affrontare al meglio la giornata.

Quale miglior modo allora per catturare l’attenzione dei nostri piccoli realizzando i pancake per la loro colazione? Di sicuro li apprezzeranno moltissimo e li mangeranno di gusto, se poi li proporrete come nella versione della foto il successo è assicurato: potete realizzare non solo dei graziosi orsetti ma tutto quello che la vostra fantasia vi suggerisce.

Ecco gli ingredienti per i pancake: 200 gr di farina 00, 250 ml di latte, 2 cucchiaini di lievito in polvere per dolci, 2 uova, 2 cucchiai di olio di semi vari, 1 cucchiaio di zucchero, 1 pizzico di sale e un po’ di burro.

Procedimento: in una ciotola capiente unite la farina, il lievito, lo zucchero e un pizzico di sale; mescolate ed amalgamate il tutto e mettete da parte. A parte sbattete gli albumi fino a che raggiungono una consistenza abbastanza dura. In un’ altra ciotola sbattete leggermente i tuorli e a parte infine mescolate bene il latte con l’olio di semi. Aggiungete poi gli ingredienti liquidi a quelli solidi (tranne gli albumi) e mescolate amalgamando fino ad ottenere un composto omogeneo, solo dopo aggiungete gli albumi montati a neve e amalgamate ancora, poi fate riposare per qualche minuto. Rimescolate ancora bene e poi iniziate a cuocere. Potete farlo sulla piastra a 200° oppure in una padella antiaderente con fondo spesso, a fiamma bassa e imburrata. Fate cuocere circa un minuto per parte (o fino a che la parte superiore fa le bolle e appare asciutta e poi girate e fate cuocere dall’altra parte) e servite caldi. Realizzando i pancake di misure diverse, potete realizzare il viso dell’orsetto e decorarlo con della crema di cioccolato. I pancake possono inoltre essere accompagnati da condimenti dolci o salati: zucchero a velo, cioccolato, sciroppi, panna montata, frutta fresca, marmellate, miele oppure burro e pancetta, verdure, uovo, formaggi freschi spalmabili e tutto quello che più vi piace.

Ricerca personalizzata