Come conservare la frutta di stagione: a giugno pesche al brandy e marmellata di mirtilli

Volete godere, anche nei lunghi mesi invernali, della fortuna di poter continuare a mangiare dell’ottima frutta estiva o una gustosissima marmellata? Giugno è il mese perfetto per poter fare speciali conserve di frutta come ad esempio pesche e mirtilli.

Pesche al brandy: vi serviranno 4 kg di pesche, 400gr di zucchero, un bicchiere di brandy ( ma va bene anche il cognac, a seconda dei vostri gusti), 3 chiodi di garofano e un bastoncino di cannella. Lavate accuratamente le pesche, asciugatele e pungetele con un ago.

Intanto mettete sul fuoco mezzo litro d’acqua con lo zucchero e, quando lo sciroppo arriva a bollire, aggiungete le pesche e lasciatele cuocere per 5 minuti o poco più in base alla loro grandezza. Scolatele, sbucciatele, tagliatele a metà privandole del nocciolo e mettetele nei barattoli.

Unite i chiodi di garofano e la cannella allo sciroppo e fate ridurre un altro po’ sul fuoco. Lasciatelo poi raffreddare, filtratelo e aggiungete il liquore mescolando bene. Versatelo poi nei barattoli e tappate. Conservate le pesche in un luogo fresco e asciutto e aspettate almeno 2 settimane prima di consumarle.

Marmellata di mirtilli: per ogni chilo di frutta saranno necessari mezzo bicchiere d’acqua e 800 grammi di zucchero. Portate ad ebollizione l’acqua e i mirtilli, facendo cuocere a fiamma moderata per 30 minuti e schiacciate la frutta. Poi aggiungete lo zucchero e continuate a cuocere per altri 30 minuti, mescolando e schiumando spesso per togliere eventuali impurità. Per controllare la giusta cottura, basta far cadere una goccia della marmellata su un piatto: se la goccia si consolida rapidamente, allora togliete dal fuoco. Versate la marmellata nei barattoli e lasciateli aperti per un giorno intero, poi tappateli e riponeteli in luogo asciutto e buio.

Ricerca personalizzata