I complimenti della politica a Sorrentino per l’Oscar

Ormai è sulla bocca di tutti, Paolo Sorrentino sì, ha vinto. Tutti pronti a salire sul carro dei vincitori ma questo si sa, fa parte del gioco. E anche il modo in cui la notizia si è diffusa è in qualche modo un gioco. Ecco infatti i mille post su Facebook ma soprattutto i tweet e i retweet. Non nuovo certo, ma in continua evoluzione e sempre piú accattivante è Twitter il vero protagonista della serata degli Oscar 2014 tanto da attirare anche i tweet delle Istituzioni. Il premier Matteo Renzi ha deciso infatti di proseguire con la linea social.

“In queste ore dobbiamo pensare ad altro e lo stiamo facendo. Ma il momento orgoglio italiano per Sorrentino e #LaGrandeBellezza ci sta tutto” così il presidente Matteo Renzi che prima mette le mani avanti e poi con linguaggio sciolto da etichette e arcaismi, cinguetta in modo giovanile, non smentendo per altro il ritratto che il New York Times ne aveva fatto poche settimane fa. A placare i bollenti tweet che intasano il social network, uno fra tutti Gad Lerner: “Evviva ‘La grande bellezza’, evviva Paolo Sorrentino che ci regalano un Oscar su cui meditare: nessun compiacimento se l’Italia è diventata così”.

Anche il neo ministro ai Beni Culturali Dario Franceschini, ha ceduto al trend di oggi e ha cinguettato: “Al risveglio sarà per l’Italia un’iniezione di fiducia in se stessa. Viva Sorrentino, viva il cinema italiano! Quando il nostro Paese crede nei suoi talenti e nella sua creatività, torna finalmente a vincere”.
Oggi è il giorno dei festeggiamenti, forse domani nascerà qualche polemica, come sempre.

Ricerca personalizzata