Comunali Napoli, colpi bassi tra De Magistris e Lettieri in tv

Lettieri e De MagistrisSi parte con una stretta di mano prima ancora che la diretta abbia inizio si finisce con accuse reciproche: nel duello televisivo andato in onda su Sky, i due sfidanti per la carica di sindaco al Comune di Napoli, Gianni Lettieri e Luigi De Magistris non si risparmiano i colpi bassi ma toccano anche gli argomenti che stanno più a cuore i cittadini come l’emergenza rifiuti, la sicurezza e il lavoro. Idee e piani completamente diversi per rilanciare il capoluogo campano quelli presentati da i due sfidanti, a cominciare dal tema più caldo, quello dei rifiuti. Il candidato dell’Italia dei Valori, De Magistris, dice no un nuovo inceneritore a Napoli est e punta tutto sulla raccolta differenziata: “La prima delibera sarà sui rifiuti: no all’inceneritore a Napoli est, sì ai siti di compostaggio e raccolta differenziata che in pochi mesi dovrà arrivare al 70%. Sarà eliminata la Tarsu, perché è una tariffa abnorme e al suo posto ci sarà una tariffa in relazione alla quantità di rifiuti che ogni cittadino produce: chi ha comportamenti virtuosi, pagherà meno”. Di tutt’altro avviso invece il candidato del centrodestra, Lettieri che punta sull’inceneritore e promette una volta eletto di liberare la città dai rifiuti in una settimana: “Per arrivare al 50% della differenziata ci vogliono almeno dieci mesi e intanto ho già individuato un paese europeo dove portare i rifiuti. Poi si faranno i siti di compostaggio”.

TURISMO – Idee diverse anche per il rilancio del turismo, con Lettieri che punta sui giochi olimpici del 2020 che vedono Roma candidata all’organizzazione: “Ho già fatto un accordo con Roma per trasferire nel Golfo i giochi acquatici, se verranno assegnati alla capitale e proverò a portare qui una tappa dell’America’s Cup”. Punta invece sulla quotidianità De Magistris che vuole “una Casa della musica, una Casa del teatro, una Casa del cinema, facendo in modo che la gente torni protagonista, scenda in strada, affolli la città tutti i giorni. Se la città viene presidiata dalla gente, la camorra viene contrastata”.

ACCUSE – I due candidati parlano anche dei possibili assessori in caso di vittoria al ballottaggio e Lettieri conferma che al suo fianco avrà Fabio Cannavaro (“Napoli ha bisogno di eroi positivi”) mentre De Magistris traccia un identikit dei membra della sua giunta: “Persone coraggiose, oneste e competenti, con tanti giovani e donne”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=ECFeDGqIN8A[/youtube]

Tra un punto del programma e l’altro partono anche colpi bassi  con il candidato del centrodestra che accusa il rivale: “Le tue inchieste non sono mai andate a buon fine. Hai rovinato la vita della gente e hai utilizzato i soldi pubblici per pagare i danni”. E De Magistris risponde: “Io non mi sono fatto accompagnare per tutta la campagna elettorale da Cosentino che è accusato di associazione per delinquere di stampa camorristico. Lettieri non è un imprenditore: ha fatto solo fallire le sue aziende utilizzando fondi pubblici”.

Ricerca personalizzata