Conclusi i test a Sepang, Casey Stoner da record, Valentino Rossi solo quinto

Si sono conclusi oggi i primi test ufficiali collettivi di Sepang, ed il pilota a dare una maggior idea di sicurezza e solidità è stato ancora una volta Casey Stoner, sempre al comando in questi test, eccezion fatta per la prima sessione del primo giorno, dove l’australiano non è potuto scendere in pista per una contrattura muscolare.

Sorpassato però il piccolo problema fisico, Stoner è sceso in pista per tutti i rimanenti turni, guidando sempre su ottimi ritmi, e portando oggi la sua Honda ad abbassare il tempo record sul giro, appartenente a Valentino Rossi dal 2009, facendo segnare un crono di 1:59.607, tempo veramente basso.

Alle sue spalle troviamo Jorge Lorenzo, anche lui puttosto in forma in questi test, che chiude così l’ultimo dei tre giorni previsti con un solo pilota davanti a se, fermando il cronometro sul 2:00.198.

A chiudere la top3 troviamo l’altro pilota HRC ovvero lo spagnolo Dani Pedrosa, sempre tra le prime posizioni in questi giorni, che nonostante problemi in ingresso curva e chattering, riesce ad acchiappare la terza posizione fermando il cronometro nel suo giro più rapido sul 2:00.256, a soli 6 decimi dal compagno di squadra, nonchè primatista, Casey Stoner.

Quarto, a precedere due Ducati, si piazza Ben Spies, che con la sua Yamaha ufficiale non riesce a scendere sotto il 2:00.495, tempo comunque più che valido, se non si conta la vera e propria prodezza di Stoner là davanti.

L’ordine d’arrivo prosegue con le due Desmosedici di Valentino Rossi, quinto, ed Hector Barberá, sesto. In mattinata Vale, in pista con l’obiettivo di perfezionare accelerazione ed elettronica, porta a termine 24 tornate e alla numero 11 supera la linea d’arrivo con un crono di 2:00.824, staccato quindi di 1.217 secondi da Stoner, ma comunque soddisfatto per come la moto si è comportata per l’intera durata dei test.

Rimane invece altissimo il distacco delle quattro CRT presenti sul circuito malese, con la più veloce, ovvero la Suter-BMW di Colin Edwards, staccata solo, si fa per dire, di 5.115 secondi, pochi se si considerano gli 8.618, o i 10.033 secondi rifilati da Stoner rispettivamente a Silva e Pietri in sella alle loro FTR Kawasaki del team Avitia Racing.

TEST MOTO GP 2012, SEPANG, ORDINE DI ARRIVO DAY 3:

01- Casey StonerRepsol Honda Team – Honda RC213V – 1’59.607
02- Jorge Lorenzo Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.591
03- Dani Pedrosa Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.649
04- Ben Spies – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.888
05- Valentino Rossi – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 1.217
06- Hector Barbera – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 1.322
07- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.506
08- Andrea Dovizioso – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.650
09- Alvaro Bautista – San Carlo Honda Gresini – Honda RC213V – + 1.777
10- Nicky Hayden – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 2.122
11- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 2.287
12- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – Ducati Desmosedici GP12 – + 2.611
13- Katsuyuki Nakasuga – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 2.727
14- Franco Battaini – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 3.426
15- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – Suter BMW (CRT) – + 5.115
16- Ivan Silva – Avintia Racing – FTR Kawasaki (CRT) – + 8.618
17- Robertino Pietri – Avintia Racing – FTR Kawasaki (CRT) – + 10.033
18- Jordi Torres – Avintia Racing – FTR Kawasaki (CRT) – + 10.577

Ricerca personalizzata