Conte: ‘La Juventus è casa mia, resto qui’

Dopo i tanti premi ritirati dai calciatori della Juventus durante il Gran Galà del calcio, ai tifosi bianconeri arriva una bellissima notizia, forse la più attesa sul fronte mercato: Antonio Conte, Andrea Pirlo e Arturo Vidal non hanno nessuna intenzione di lasciare la Vecchia Signora.

A confermarlo sono proprio i diretti interessati che lanciano vere e proprie parole d’amore verso l’ambiente bianconero, dimostrando di credere ancora in un progetto che se in Italia si è sin ora rivelato vincente, rimane incompleto a livello europeo.
Antonio Conte intervistato a lungo sulla sua esperienza sulla panchina della Juve ha espresso orgoglio per il premio riscattato ed i risultati raggiunti con i suoi ragazzi ma le dichiarazioni più importanti sono arrivate sul proprio futuro: “Dobbiamo migliorarci in Europa? Mah, sicuramente c’è un progetto importante, basato soprattutto nel tempo per quanto riguarda l’Europa. Bisogna avere pazienza, secondo me si sta costruendo e bene, non solo in Italia ma anche all’estero. Ci vuole un po’ più di pazienza, perchè è un momento particolare per il calcio italiano a livello economico e bisogna comunque confrontarsi contro squadra che a livello economico stanno un po’ più avanti rispetto a noi. Però abbiamo idee, forza e possiamo fare bene anche in Champions League. Se me la sento di dire che Conte sarà la base del futuro vincente della Juventus? Lo sanno tutti che alla Juventus sono a casa mia, quindi a casa si sta bene, si è coccolati e si cerca di dare il massimo.
Parole al miele che non fanno altro che rafforzare un legame già di per sè fortissimo tra il tecnico simbolo della rinascita ed i suoi tifosi, quei tifosi che nel lontano 2010, dopo anni bui, invocavano il suo nome sulla panchina della Juventus ed oggi non si immaginano un futuro senza Antonio Conte.

Il mister nonostante il premio ricevuto ha dato molti meriti ai propri calciatori tra cui senz’altro spicca Arturo Vidal, premiato come miglior centrocampista esterno di destra. Arturo infatti si è rivelato vero proprio elemento imprescindibile del gioco della Juventus, tanto da risultare miglior marcatore della passata stagione. Quest’anno le reti messe a segno tra campionato e coppe sono già 15 in sole 29 presenze, medie stratosferiche anche per un attaccante.
Pagato nell’estate del 2011 una cifra intorno ai 10 milioni di euro, su di lui vi è l’interesse di tutte le big europee, disposte a mettere sul piatto cifre folli per poter portare a casa il centrocampista goleador.
Tuttavia è proprio lo stesso Vidal ad allontanare qualsiasi rumors su un suo futuro lontano da Torino: “>Resto alla Juventus, di sicuro. Sono contento, ho segnato tanto ma è merito dei miei compagni. Per il terzo scudetto siamo favoriti? No dobbiamo lavorare lavorare e lavorare.”
Un motivetto ormai entrato come un martello nella testa dei giocatori bianconeri e che rimarrà l’elemento principale su cui si baseranno gli eventuali successi del futuro.

Le buone notizie però non si fermano qui perchè anche Andrea Pirlo, straordinario direttore d’orchestra della sinfonia bianconera, ha dichiarato di voler proseguire il suo percorso con la Juve nonostante il contratto in scadenza, che verrà quindi a breve rinnovato, e le tante offerte che gli sono giunte dall’estero.
Finito il tempo delle premiazioni i bianconeri sono già oggi al lavoro per preparare la sfida di domenica sera che li vedrà affrontare l’Inter in un Derby d’Italia ricco di spunti e contenuti. Vista l’ottima Roma, la strada per la conferma in Italia passa necessariamente da questa grande e incandescente partita che i tifosi bianconeri affronteranno con tre certezze: Andrea Pirlo a dirigere il gioco, Arturo Vidal pronto ad esser decisivo in zona goal e un martello come Antonio Conte in panchina. Domenica e nei prossimi anni.

Ricerca personalizzata