Cucinare il pesce di stagione: ad aprile pasta con ragù di pesce spada

Per questo inizio di primavera prepareremo una ricetta a base di pesce spada.

Tante sono le proprietà che caratterizzano questo pesce e tante sono le ricette e le preparazioni a cui facilmente si presta. Le sue carni sono sode, compatte e pregiate, dal sapore forte e lievemente aromatico; sono l’ingrediente principale di molte ricette della cucina del sud, soprattutto di quella calabrese e siciliana, perché è lungo le coste di queste regioni che ne viene pescato tantissimo.

Come primo piatto, proponiamo la pasta con ragù di pesce spada. Per 4 persone occorrono i seguenti ingredienti: 400 gr di pasta a piacere (spaghetti, tortiglioni, fusilli), 400 gr di pesce spada a fette, 150 gr di olive nere snocciolate, mezza cipolla, mezzo bicchiere d’olio d’oliva, 2 spicchi di aglio, 1 cucchiaio di capperi sotto sale, 1 mazzetto di prezzemolo, vino bianco secco, passata di pomodoro, sale e pepe.

Procedimento: tritare finemente l’aglio, la cipolla e un ciuffo di prezzemolo e fateli soffriggere a fiamma bassa in un tegame con l’olio. Dissalate sotto acqua corrente i capperi, poi strizzateli per bene e, quando il trito si sarà appassito, aggiungeteli nel tegame insieme ad una tazza di passata di pomodoro. Salate, pepate e sempre a fiamma bassa fate addensare leggermente il sugo.

Lavate il pesce spada sotto l’acqua corrente, eliminate la pelle e tagliatelo a dadini; aggiungetelo al sugo, bagnate con una spruzzate di vino bianco, fate evaporare e poi coprite con un coperchio e fate cuocere per 20 minuti circa. A metà cottura potete unire le olive; intanto lessate la pasta in abbondante acqua salata, scolatela al dente e fatela saltare nel tegame per amalgamarla al sugo. Spolverate con prezzemolo tritato e servite subito.

Ricerca personalizzata