David di Donatello: il trionfo di Tornatore e la doppietta di Mastandrea

 La notte dei David Di Donatello è anche la notte di Giuseppe Tornatore. L’elegante e raffinato thriller del regista siciliano, La Migliore Offerta, si aggiudica sei statuette tra cui le due più prestigiose, miglior film e miglior regista.

A pari numero di nomination (13), si accontenta invece di quattro premi “tecnici”, Diaz di Daniele Vicari, tra cui quella per il miglior produttore che va a Domenico Procacci.

Tre David a Reality di Matteo Garrone (fotografia, truccatore e acconciatura). Viva la libertà di Roberto Andò su aggiudica invece due premi, migliore sceneggiatura e migliore attore non protagonista, Valerio Mastandrea, che bissa il premio anche nella categoria migliore attore protagonista per il film Gli Equilibristi. A Margherita Buy invece il riconoscimento per la migliore interpretazione femminile per il film Viaggio Sola di Maria Sole Tognazzi, mentre Maya Sansa vince come migliore attrice non protagonista per il discusso La bella addormentata di Bellocchio. Regista esordiente Leonardo di Costanzo per L’intervallo.

Tra i momenti da ricordare della cerimonia condotta dal duo comico Lillo e Greg, la commozione evidente di Ennio Morricone al momento di ricevere il premio per la partitura musicale de La migliore offerta, e lo show di Roberto Benigni che sale sul palco con Nicola Piovani a ritirare il premio alla carriera per Vincenzo Cerami. «Il cinema italiano è il più bello del mondo, il fiore più bello. Tra tutte le menzogne l’arte è quella che mente di meno» ha detto Benigni «il presidente della Repubblica ha parlato di perdita di interesse verso l’arte: senza  l’arte si raggrinzisce il cuore, senza il cinema non c’è più il desiderio. Voglio ringraziare pubblicamente Cerami. Mi ha insegnato che solo i dilettanti aspettano l’ispirazione, gli altri si rimboccano le maniche e si mettono al lavoro».

 

Ecco l’elenco completo dei vincitori:

MIGLIOR FILM
La migliore offerta di Giuseppe Tornatore

MIGLIORE REGISTA
Giuseppe Tornatore
per La migliore offerta

MIGLIOR REGISTA ESORDIENTE
Leonardo Di Costanzo per L’intervallo

MIGLIOR SCENEGGIATURA
Roberto Andò e Angelo Pasquini per Viva la libertà

MIGLIOR PRODUTTORE
Domenico Procacci per Diaz

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA
Margherita Buy per Viaggio sola

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA
Valerio Mastandrea per Gli equilibristi

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA
Maya Sansa per Bella addormentata

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA
Valerio Mastandrea per Viva la libertà

MIGLIOR DIRETTORE DELLA FOTOGRAFIA
Marco Onorato per Reality

MIGLIOR MUSICISTA
Ennio Morricone per La migliore offerta

MIGLIOR CANZONE ORIGINALE
“Tutti i santi giorni” di Simone Lenzi, Antonio Bardi, Giulio Pomponi, Valerio Griselli, Matteo Pastorelli,Daniele Catalucci e Virginiana Miller per Tutti i santi giorni

MIGLIOR SCENOGRAFO
Maurizio Sabatini e Raffaella Giovannetti per La migliore offerta

MIGLIOR COSTUMISTA
Maurizio Millenotti per La migliore offerta

MIGLIOR TRUCCATORE
Dalia Colli per Reality

MIGLIOR ACCONCIATORE
Daniela Tartari per Reality

MIGLIOR MONTATORE
Benni Atria per Diaz

MIGLIOR FONICO DI PRESA DIRETTA
Remo Ugolinelli e Alessandro Palmerini per Diaz

MIGLIORI EFFETTI SPECIALI VISIVI
Mario Zanot per Diaz

MIGLIOR FILM DELL’UNIONE EUROPEA
Michael Haneke per Amour

MIGLIOR FILM STRANIERO
Quentin Tarantino per Django Unchained

MIGLIOR DOCUMENTARIO
Roland Sejko per Anija – La nave

DAVID GIOVANI
Giuseppe Tornatore per La migliore offerta

DAVID ALLA CARRIERA
Vincenzo Cerami

Ricerca personalizzata