De Laurentiis su Quagliarella: i tifosi della Juve hanno pianto più dei partenopei

    Nonostante abbia messo a segno un’importante operazione di calciomercato, con l’acquisto di Edinson Cavani, De Laurentiis non è sfuggito alle pesanti critiche da parte dei tifosi partenopei per la cessione di Quagliarella all Juve. In un intervento De Laurentiis speiga le sue operazioni così:

    “ Mi è venuto da pensare che i sudamericani, spesso ragazzi di città piccole e disagiate come le nostre degli anni cinquanta e sessante, avessero più spirito di sacrificio dei napoletani. Però, nello stesso tempo, stiamo investendo nel vivaio. Maiello, ad esempio, me lo tengo stretto. La cessione di Quagliarella ha fatto piangere i nostri tifosi? Beh, forse avranno pianto di più quelli della Juventus alla fine della partita con il Bari. Gli appassionato vorrebbero che dal mercato uscissero sempre novità a molti zeri, ma noi dobbiamo seguire anche il regolamento del fair play finanziario voluto da Platini e rientrare nel circolo dei club dai bilanci virtuosi. Perchè quei club che non ce la faranno verranno esclusi dalle competizioni europee. Poi se qualcuno più furbo di me fa operazioni di mercato l’ultimo giorno utile, per far impazzire la propria piazza, è un altro paio di maniche. Io ho già speso le mie carte con Cavani, Sosa, Yebda e Dumitru: un ragazzo di 19 anni che è una bomba. Nente fuochi d’artificio, le pazzie le lasciamo agli altri. Io ho la responsabilità di non far fallire più il Napoli e di costruire mattone dopo mattone una squadra forte.”

    Ricerca personalizzata