Depressione: il male oscuro di Sandra Bullock

Scientificamente l’anedonia è ritenuta una delle avvisaglie più indicative dei sintomi della depressione, comportando disturbi dell’umore, difficoltà nei rapporti sociali e persino impedimento di provare felicità e piacere.

Sempre più spesso si parla di persone affette da depressione e sembra strano pensare che un numero sempre crescente di attori e attrici ne sia affetta.

L’ultimo caso è quello dell’attrice Sandra Bullock che ha rivelato a “The View”, il programma televisivo statunitense trasmesso sulla rete ABC, il suo status di inquietudine. La Bullock afferma che il suo malessere è nato durante le riprese del film Gravity, che momentaneamente è candidato a ben dieci premi Oscar.

I luoghi bui e angusti realizzati dentro la quale si è trovata a recitare hanno rotto in lei l’equilibrio di serenità. L’isolamento dalle altre star, escluso il partner spaziale George Clooney, hanno provato e sfiancato l’attrice che ha più volte chiesto l’aiuto del regista Alfonso Cuaron che devozionalmente ha provato a placare i suoi disturbi portando sul set il figlio Louis alla quale è stata riservate un’intera zona per poterlo tenere impegnato durante le riprese.

Si spera che la nomination come miglior attrice la possa distrarre dalla sua non felicità e ci si augura persino che l’interprete possa innalzare al cielo l’ambita statuetta per curare in maniera definitiva il suo male oscuro e forse anche inspiegabile.

Ricerca personalizzata