Dexter e Breaking Bad tornano con le stagioni conclusive

La nuova stagione delle tv-series arriva in grande stile. Due saranno le season finali che sbarcheranno a settembre sui nostri canali. Il 13 Fox Crime riparte con l’ottava attesissima stagione di Dexter, il serial killer degli assassini, mentre il 21 AXN propone la quinta di Breaking Bad, serie che vede diventare il professor White un produttore incallito di metanfetamine. Due serie pluripremiate, due personaggi contradditori, due finali imperdibili.
Sicuramente imperdibili perchè sono due serie che il pubblico non vorrebbe salutare.

Dexter è sbarcato sui canali italiani nel 2007 e ha sorpreso sia la critica che i telespettatori; una storia e un protagonista assolutamente fuori dagli schemi, un personaggio che ha in sè l’essenza dell’eroe e della sua nemesi; nemmeno il suo pubblico capisce se amarlo o odiarlo. E’ un serial killer e per questo non si dovrebbe stare dalla sua parte, eppure non si riesce a non sperare che se la cavi sempre perchè è un assassino con un codice. Si elimina solo chi uccide. Per questo, malgrado la morale contradditoria, ai più appare come un giustiziere della notte. L’attore che lo interpreta, Micheal C. Hall, ha rivelato che per entrare a pieno nella parte ha esaminato numerosi dossier dell’FBI riguardo assassini seriali e sociopatici. Dexter è un personaggio complesso, innovativo, che ci lascia sempre perplessi sul giudizio da impartirgli. E’ un protagonista semplicemente unico sui teleschermi, è un “cattivo” che “odiamo amare”.

Unico ma non da solo nel suo genere di “cattivo”. A fargli, ancora per poco, buona compagnia c’è Walter White, personaggio principale di Breaking Bad. Giunto sui canali italiani nel 2008, ha rivoluzionato il binomio buono/cattivo. Il suo ideatore Vince Gilligan lo definisce un protagonista/antagonista: é un uomo dedito alla sua famiglia e, quando scopre che ha ben poco ancora da vivere, decide di utilizzare quel tempo per assicurare un futuro più roseo ai suoi cari, malgrado ciò lo porti a diventare oscuro e moralmente discutibile. Detto romanticamente, danna la sua anima per le persone che ama. Il pubblico lo vede cadere sempre più nella sua oscurità; man mano che passano le stagioni diventa sempre più insensibile e freddo, ma malgrado ciò non si è in grado di abbandonarlo perchè brilla sempre in lui il semplice professore di chimica che abbiamo conosciuto all’inizio della storia.

Due serie, due protagonisti che il pubblico ha imparato fin da subito ad amare. Sono personaggi estremamente complessi ma che proprio per questo sanno ben rappresentare l’animo umano. Sono stati in grado di entrare nelle case degli spettatori e nei loro cuori. Hanno fatto ridere, riflettere e inorridire e certamente non non deluderanno i loro fan che attendono un finale eclatante.

Ricerca personalizzata