Dimenticò il cane sul camper per giorni, proprietario a processo

    Chiuso in un camper per giorni, abbandonato al suo destino. Ha rischiato di morire così, di fame e sete, una povero cane meticcio che ha avuto la sfortuna di incontrare dei padroni irresponsabili e crudeli.

    I fatti risalgono al giugno del 2009, quando un giovane di 24 anni, sanremese, avrebbe abbandonato per alcuni giorni il suo cane, chiudendolo all’interno di un camper posteggiato in un’area di sosta a Borgo Prino. L’animale fu salvato grazie all’intervento di alcune persone che avevano sentito i suoi strazianti guaiti e, come è facile immaginare, il povero cucciolo era in condizioni pietose.

    Il cane era disidratato e affamato, per disperazione aveva distrutto il camper divorando gli interni, i sedili in pelle e gli arredi. A salvare il meticcio è stato il pronto intervento di un veterinario, in seguito al quale è stato affidato alle cure del “Rifugio la Cuccia” di Imperia e quindi ad un nuovo padrone sperabilmente migliore del precedente.

    Il giovane proprietario del cane dovrà rispondere davanti al giudice di maltrattamento di animale. Secondo gli avvocati del ragazzo la colpa non sarebbe da attribuire al 24enne ma al suo compagno, cui il cane era stato affidato per alcuni giorni. Di chiunque sia la responsabilità, ci auguriamo che il colpevole sia individuato e punito per questo comportamento atroce.

    Ricerca personalizzata