Dipendenza dal gioco d’azzardo negli adolescenti

gioco d'azzardo

Il gioco d’azzardo, è inutile negarlo, ha un fascino particolare a cui è difficile a volte resistere. Questo fascino non è un’emanazione diretta ma bensì la conseguenza di una contaminazione evidente e palese: il denaro. Insomma, col gioco d’azzardo si possono fare soldi facilmente. Il problema è che la ricchezza che si cerca non è raggiungibile con una certa facilità e, molte volte, costa tanto in termine di risorse.

Ma cos’è il gioco d’azzardo? E’ la partecipazione ad un attività che implica l’utilizzo di soldi o oggetti di valore con l’intento di aumentare il capitale che si ha a disposizione.

Nella maggior parte dei casi, il gioco d’azzardo si basa sulla casualità, sebbene alcune tipologie coinvolgono anche una certa abilità personale. La fortuna entra soprattutto in giochi come le lotterie nazionali, le slot machine, i gratta & vinci ed altri, mentre la capacità serve a volte nel poker e nei giochi di carte in generale. Quindi saper giocare può influenzare il risultato finale.

Ma come si acquisisce l’abilità? Nel poker, ad esempio, sapere cosa fare con la mano che è stata servita. Più una persona sa giocare, più è in grado di aumentare le possibilità di vincere. Ma la vittoria non è mai garantita, poiché una parte del gioco si basa su possibilità e statistiche. Un giocatore non ha il controllo sulle carte che gli vengono distribuite. Quindi, anche il migliore può incappare in una mano perdente.

Perché le persone giocano d’azzardo?

Molti pensano che l’unico obiettivo sia quello di fare soldi. In realtà, non è propriamente così. Molti giocatori d’azzardo lo fanno per il divertimento e l’eccitazione, senza badare troppo a perdite o vincite.

A volte si inizia emulando amici o familiari. In effetti, ciò che mette gli adolescenti a rischio gioco d’azzardo è proprio la loro influenza. Poi, nell’attuale era tecnologica, tramite tablet o smartphone accedere a siti Web di casinò online o di scommesse sportive è molto facile. Ad esempio, basta scrivere NetBet, registrarsi, depositare dei soldi ed iniziare a giocare.

Alcuni adolescenti affermano che giocare per loro significa vincere la noia oppure riempiere quel vuoto interiore tipico di quell’età. Altri cercano di fuggire dai problemi familiari. Il problema è che il gioco d’azzardo parte sempre da una distrazione casuale per poi sfociare in un problema di dipendenza vero e proprio.

Dipendenza dal gioco d’azzardo

Alcune persone hanno maggiori possibilità di sviluppare dipendenza verso il gioco d’azzardo, soprattutto chi ha difficoltà a controllare i propri impulsi. Certo, non tutte le persone che hanno questo problema svilupperanno la dipendenza. Anzi, la maggior parte non lo fa. Ma le probabilità che vengano risucchiate da questo vortice pericoloso è moderatamente alta. Quindi, prima di giocare d’azzardo, bisogna essere consapevoli dei rischi a cui si va incontro.

Problemi associati alla dipendenza dal gioco

Giocare in modo eccessivo può costare parecchio denaro. Le probabilità di vincere spesso sono davvero poche. Quindi, gli eventi saranno spesso sfavorevoli, a meno che la fortuna non sia quasi sempre dalla parte di qualcuno. Se le persone che giocano vincessero sempre, i casinò terrestri e online, i siti di scommesse e le lotterie varie non esisterebbero più causa fallimento.

Un problema molto grave e parecchio diffuso, ed intimamente connesso al gioco d’azzardo, è il furto. Alcune persone non si fanno scrupoli nel sottrarre soldi ad altri pur di ottenere fondi da investire nel gioco. Ma, ancora di più, è la malsana abitudine di utilizzare gran parte della ricchezza personale per dare sfogo alla dipendenza.

A volte le persone perdono il lavoro o saltano la scuola, come nel caso degli adolescenti, per giocare d’azzardo. Può anche influenzare la personalità, causando repentini cambi d’umore, problemi nella vita sociale e nelle relazioni personali. Inoltre, la salute di una persona può avere seri problemi a causa della perdita di sonno, dell’ansia, dello stress, della depressione, per non parlare poi di rabbia inspiegabile, pensieri di suicidio o addirittura tentativi veri e propri.

Quali segni indicano la dipendenza dal gioco d’azzardo?

Capirlo non è semplice in quanto non ci sono segnali fisici che ne indicano la presenza. Alcuni segnali, come stanchezza o irritabilità, potrebbero dare un’indicazione. Ma, nella maggior parte dei casi, chi è dipendente dal gioco d’azzardo non mostra mai sintomi evidenti.

Come farsi aiutare

Chi pensi di essere afflitto da questo problema, soprattutto un adolescente, deve necessariamente parlarne con i familiari oppure con qualcuno di cui si fida.

Trovare varie distrazioni può rompere il collegamento intimo con l’abitudine al gioco d’azzardo. Provare con un nuovo hobby o magari con un’attività sportiva. Per cercare di smettere, è importante avere qualcosa con cui distrarsi dal gioco d’azzardo.

Se riuscirci da soli è impossibile, sono disponibili linee telefoniche a cui è possibile chiamare gratuitamente, oppure numerosi gruppi di supporto online, i quali offrono consigli alle persone che stanno cercando aiuto per amici e familiari con problemi di gioco.

Per concludere, il gioco d’azzardo è un’abitudine a cui è difficile rinunciare. E’ una dipendenza, alla stregua delle droga, dell’alcol e delle sigarette. Farlo da solo è sempre difficile, chiedere aiuto è la strada migliore da praticare.

Ricerca personalizzata