Disney spalanca le porte al mondo gay

Chi avrebbe mai detto che la Walt Disney Pictures potesse adeguarsi così tanto alla modernità? E invece con grande sorpresa del pubblico la casa di produzione cinematografica più popolare al mondo decide di universalizzare i propri contenuti, prendendo per la prima volta in considerazione gli omosessuali.
In un periodo storico di vertiginosi mutamenti che investono la società alla velocità della luce è ancora difficile sconfiggere certi pregiudizi per chi ha gusti sessuali differenti; troppo spesso il mondo gay viene discriminato e messo da parte, senza una adeguata tutela, sia giuridica che etica.

La scelta di questo chiaro messaggio inviato nell’etere dalla Disney rappresenta dunque un luccicante faro di speranza per l’universo omosessuale, oltre che una svolta epocale in termini di progresso mediatico.
La Walt Disney, ad eccezione della fortunata saga ‘Pirati dei Caraibi‘, si è sempre distinta per produzioni cinematografiche indirizzate al pubblico dei più piccoli attraverso film d’animazione sempre attenti e sensibili verso tematiche sociali.
In tutte le produzioni è presente un sottile messaggio diretto silenziosamente all’accettazione delle diversità degli individui e rivolto all’abbattimento delle barriere che allontanano gli esseri umani gli uni dagli altri.
In ‘Aladdin’ si tratta il tema della diversità di ceto sociale, ne ‘La bella e la bestia’ si pone l’accento sulla diversità fisica e sulla importanza del mondo interiore a discapito delle sorde apparenze e ne ‘Il libro della giungla’ si tratta addirittura la diversità di specie.
I film Disney sono inevitabilmente cresciuti assieme ai propri piccoli fans e hanno dovuto fare i conti sia con la intensa rivoluzione del costume che con quello che sarà il pubblico delle generazioni future.

Ed ecco comparire per la prima volta in un episodio della sit-com ‘Buona fortuna Charlie’ una coppia di mamme gay che va a fare visita ai genitori dell’amatissimo protagonista assieme alla propria bambina. Una svolta epocale e un messaggio di solidarietà inaspettato e sicuramente gradito alle coppie gay di tutto il mondo, ancora oggi strenuamente impegnate in intense battaglie per i propri diritti civili.
Il portavoce Disney fa sapere che:‘l’episodio è stato sviluppato per rispecchiare i bambini e le famiglie di tutto il mondo, oltre che per far riflettere sul tema della diversità e dell’apertura verso il prossimo‘.

Ricerca personalizzata