Don Jon, buona la prima per l’irriverente Joseph Gordon Levitt

L’abbiamo conosciuto come attore in questi anni, essendo stato protagonista sia di film indipendenti, come 50 e 50 e 500 Giorni Insieme, che di grandi produzioni, come Inception e Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno, entrambi targati Nolan. Ora Joseph Gordon Levitt, uno dei migliori attori della sua generazione, passa dietro la macchina da presa, diventando regista con Don Jon, commedia interpretata e scritta dallo stesso attore, uscita nelle sale italiane il 29 Novembre 2013, riscuotendo ottimi consensi di pubblico.

Don Jon: buona la prima per l'irriverente Joseph Gordon Levitt

Il film ruota intorno al personaggio di Jon, interpretato da Levitt, per gli amici Don: un vero e proprio donnaiolo (il titolo non a caso), che sembra uscito da un episodio di Jersey Shore. Jon ha poche priorità nella vita: una di queste è il porno, che diventa una vera e propria mania. La sua vita viene stravolta dall’incontro con Barbara, interpretata da una splendida Scarlett Johannson, bomba sexy ma con una passione per i film romantici.

Il film merita di essere visto. Il lavoro di regia e di sceneggiatura dell’attore è notevole: irriverente e sboccato al punto giusto, originale e divertente. Il film non annoia mai. Unica pecca, forse, il finale, che sa un po’ di già visto e forse di troppo buonista, rispetto ad un film dissacrante. Cult le sequenze della confessione settimanale di Jon e delle continue preghiere durante le sedute di allenamento in palestra.

Don Jon: buona la prima per l'irriverente Joseph Gordon Levitt

I personaggi sono leggermente stereotipati, ma le ottime interazioni tra questi e il grande livello del cast dà quel tocco in più che serve: oltre al regista, autentico mattatore del film, e ad una convincente Johannson nel ruolo di Barbara, che rappresenta un mix tra Pamela Anderson e Barbie, il film è arricchito dalle ottime prove della sempre brava Julianne Moore, che interpreta il ruolo di una depressa compagna di studi serali di Jon, e di Tony Danza e Glenne Headly, esilaranti nei panni del ruolo del padre malato di football e della madre apprensiva di Jon. Da ricordare i cameo di Anne Hathaway e Channing Tatum, i protagonisti del film romantico che Barbara e Jon vedono al loro primo appuntamento.

Un esordio convincente quello di Joseph Gordon Lewitt, che oltre a confermare il suo indubbio talento come interprete, ci svela anche altre sue doti in campo cinematografico, doti che speriamo di poter continuare ad apprezzare con i suoi prossimi lavori.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=YmggOk5btNI[/youtube]

Ricerca personalizzata