Dove comprare tè ad Amsterdam, atto I

Se andate nella bella Amsterdam e vi piace il , oltre a passeggiare lungo i canali, andare al mercato dei fiori, mangiare una buonissima torta di mele, troverete molti angoli della città dove poter sentirvi a casa vostra. O meglio, molto più che a casa vostra.

Non è ancora chiaro se siano stati gli Olandesi o i Portoghesi a fa giungere il tè in Europa all’inizio del XVII secolo. In quest’epoca, infatti, sia l’Olanda che il Portogallo commerciavano nei mari della Cina, la prima dalla base di Macao nell’entroterra cinese, il secondo dall’isola di Giava. Inizialmente le merci di scambio erano le sete, i broccati e le spezie, ma ben presto i mercantili iniziarono a caricare anche il tè. I Portoghesi importavano i tè cinesi a Lisbona e da qui la Compagnia delle Indie di bandiera olandese li distribuiva in Olanda, in Francia e nei porti del Baltico. Nel 1610 gli Olandesi importavano soprattutto tè da Giava ma, visto l’aumento di consumo della bevanda, ben presto importarono anche tè cinese. Il tè riscontrava un grande successo presso tutte le classi sociali.

Se avete voglia di ritornare ai giorni di cui vi ho scritto, non potete non andare da Geels, lo specialista dei tè e dei caffè.
Antonius Geels iniziò la sua attività nel lontano 1863, quando l’Olanda era uno dei più importanti porti coloniali dove commerciare i prodotti arrivati dalle Americhe e delle Indie. Dopo 140 anni, ancora un Geels guida il più antico negozio di Caffè e Tè, disponibili in tutte le tipologie, colori e sapori, oltre a vendere accessori di ogni prezzo.

Al di là del negozio non potete perdervi, all’interno della struttura, il museo dedicato al Caffè e al Tè dove respirare un’atmosfera antica e magica. Questa piccola perla si trova ad Amsterdam, in Warmoesstraat, 67.

Orari di apertura: lun-sab 9,30-18,00, 13,00-17,00. Museo a cielo aperto sab 14,00-16,30

Ricerca personalizzata