Due rugbiste si baciano, la Federazione le difende: “Benvenuti nel 2018”

karina brown e vanesa foliaki

Il rugby, così come il calcio, viene solitamente visto come uno sport prettamente maschile. La differenza però è che nel rugby ci sono valori che nel calcio fanno ancora fatica ad attraccare, come il rispetto dell’avversario, la trasparenza nel gioco e a quanto pare anche la tolleranza nei confronti delle minoranze. A darcene ulteriore prova è l’episodio che è avvenuto in Australia.

Qualche giorno fa la Lega Rugby australiana ha postato una foto che ritraeva Karina Brown e Vanesa Foliaki, due donne e giocatrici di squadre rivali, baciarsi appassionatamente.

Le due si sono scambiate un bacio a fine partita e la foto che è stata resa pubblica ha immediatamente fatto il giro del Paese, attirandosi parecchi commenti di stima, ma anche molti, molti commenti intolleranti e omofobi. La Lega Rugby però ha risposto nel migliore dei modi: pubblicando la foto sulla sua pagina ufficiale, ha scritto “Benvenuti nel 2018, non vediamo l’ora che lo raggiungiate anche voi”.

In risposta a quanti hanno accusato la Lega di fare propaganda politica, i gestori della pagina Facebook hanno ribattuto: “Se possiamo postare una foto di Cooper Cronk (rugbista, ndr) e di sua moglie Tara mentre si scambiano un bacio, non capiamo perché non potremmo condividere una foto di Karina Brown e Ness Foliaki mentre fanno la stessa identica cosa”.

Brown e Foliaki non si sono scambiate un bacio goliardico: le due stanno insieme dal 2014 e si sono conosciute proprio sui campi di rugby. Nei campionati hanno sempre giocato in squadre rivali e in più di una occasione si sono affrontate direttamente, ma ciò non ha mai impedito che il loro amore potesse andare avanti. “Da quando siamo fidanzate ci siamo spesso scontrate sui campi da gioco – hanno detto le ragazze – ma la Women’s State of Origin è stata senza dubbio la sfida più grande da quando siamo una coppia”.

Ricerca personalizzata