Ecco Michael Sam, il primo giocatore gay della storia del Football

E’ in un momento storico particolare che arriva l’annuncio di Michael Sam: “Sono un giocatore di Football e sono gay”. Perché in questi giorni l’omosessualità non è solo legata alle grandi polemiche del governo Putin ma anche e soprattutto ai giochi di Sochi, quelle Olimpiadi invernali che proprio nella Russia putiniana si stanno disputando e che, con il successo di Ireen Wust nel pattinaggio 3000m, hanno regalato quest’oggi la prima medaglia d’oro ad un’atleta gay.



Ma non basta essere il simbolo, il capitano, il miglior giocatore della propria squadra, il primo difensore dello stato e di tutto il campionato collegiale d’America. Per fare un passo così grande ci vuole forza e in questo sport la forza te la può dare solo la tua squadra, in questo caso quella di Missouri, dove il ragazzo 24enne di origine texana gioca da campione indiscusso. 

Proprio i suoi compagni, Michael ha voluto informare per primi. Lo ha fatto in un giorno di Team building, un giorno in cui ognuno, in gruppo, doveva condividere qualcosa di se. 


La cosa bella di questa storia non è solo l’accettazione del fatto da parte della sua squadra, ma anche il successivo annuncio della NFL. La federazione ha pubblicamente dichiarato la propria stima nei confronti del giocatore, un ragazzo coraggioso e talentuoso che, quasi con certezza assoluta, approderà alla lega Pro Americana.

Nelle altre leghe sportive d’America c’è stato il caso di Jason Collins, ex centro Nba, che nell’Aprile 2013 dichiarò la propria omosessualità. Quello di Sam però è stato un gesto che rimarrà nella storia, non solo per aver ridestato l’attenzione sull’argomento in ambito sportivo, ma anche perché il giocatore in questo caso rappresenta l’elite nel proprio ruolo (a differenza di Collins, onesto panchinaro e nulla più).

Magari qualcosa nello sport sta cambiando, ma i risultati migliori li vedremo probabilmente sul campo da gioco, lì dove un atleta eccezionale, ora dotato di serenità mentale e spirituale, può finalmente esprimere il suo talento e se stesso in libertà.

Ricerca personalizzata