Elezione Presidente della Repubblica: Prodi sconfitto sonoramente. Tutti i numeri della 4′ votazione

Altro che plebiscito per Romano Prodi nel Pd: i franchi tiratori nel centro-sinistra sono stati più di 100 anche durante la quarta votazione. E Prodi non arriva neanche a 400 voti, contro i 504 richiesti dal quorum ed i 496 di grandi elettori che sulla carta dovevano votare (parlamentari di Pd+Sel) l’ex Presidente del Consiglio.

Il Pd confidava di avere almeno 450-470 voti per poter andare avanti domani con la stessa candidatura, ed allargare il consenso nelle votazioni di sabato, ma visti i soli 395 voti andati al Professore (Marini è stato bocciato dal Pd con ben 524 voti, quasi 130 in più di Prodi!), è impensabile che il Pd (oggettivamente in grossa difficoltà) vada avanti con Romano Prodi, considerando che il centro-destra già oggi aveva assunto una posizione che esternava una rabbia furiosa per la scelta di un candidato non condiviso affatto con le altre forze politiche.

Da segnalare intanto che Rodotà e la Cancellieri hanno preso più voti di quelli dei rispettivi gruppi parlamentari che presentavano le loro candidature.

Riepilogo esito Scrutinio della IV votazione del Presidente della Repubblica

Romano Prodi: 395 voti

Stefano Rodotà: 213 voti

Anna Maria Cancellieri: 78 voti

Massimo D’Alema: 15 voti

Franco Marini: 3 voti

I parlamentari di Pdl e Lega Nord non hanno partecipato nè al voto, nè allo scrutinio, per protesta.

 

Ricerca personalizzata