Eni, raggiunti i 200 mila barili al giorno a Zubair

    Il colosso energetico italiano Eni ha raggiunto un importante obiettivo aziendale a Zubair, in Iraq, dove detiene il controllo di uno stabilimento petrolifero.

    La produzione quotidiana di petrolio ha raggiunto e superato quota 200 mila barili, che consente all’impianto di iniziare ad essere remunerativo, grazie alla copertura degli ingenti costi fissi, presenti nel settore.

    A febbraio 2010, quando Eni iniziò la sua avventura nello stabilimento di Zubair, la produzione ammontava a 183 mila barili; obiettivo, però, di Eni è di portare la produzione quotidiana a oltre 2 milioni di barili al giorno, nell’arco di 6 anni, con investimenti per 20 miliardi di dollari, in quindici anni.

    L’Eni controlla l’impianto, grazie alla sua posizione di maggioranza relativa, all’interno della società Zubair Field Operating Division, dove è presente anche un socio iracheno.

    La buona notizia per Eni viene a qualche giorno dalla conferma dell’avvio dello studio di fattibilità, per la costruzione del gasdotto con Gazprom, il monopolista energetico russo, con cui la società italiana è in affari e trattative da tempo.

    Insomma, si prefigura per la società guidata da Scaroni un raggio di azione sempre più a respiro internazionale.

    Ricerca personalizzata