Euro in ribasso e il calendario economico del 17 gennaio

    I mercati delle valute – relativamente soprattutto alla zona euro – ieri 16 gennaio hanno aperto la loro settimana in gap a ribasso, colmato poi durante la mattinata. L’Euro raggiunge minimi storici messo a confronto con diverse monete, come ad esempio lo Yen e il Dollaro. Tutto questo è stato causato dalle ultime notizie relative al declassamento del rating da parte dell’agenzia Standard and Poor’s (S&P) nei confronti di molte Nazioni europee, Italia compresa.

    Ieri inoltre – intorno alle 19.00 – il Presidente della Banca Centrale Europea Mario Draghi ha espresso il suo giudizio proprio relativamente al declassamento. Draghi invita i mercati e gli enti istituzionali ad analizzare la questione complessiva di un Paese, senza dare così tanta importanza soltanto al rating come fattore a sé e propone un aumento del numero delle agenzie, per favorire una giusta concorrenza che in questo momento non esiste.

    Oggi intanto anche Wall Street sarà aperta – dopo la giornata di festività trascorsa ieri – e ciò potrebbe portare ad una volatilità maggiore nei mercati finanziari. Le notizie più importanti del calendario economico del 17 gennaio riguardano proprio la zona euro, ma durante la notte anche l’area orientale della Cina e del Giappone.

    Durante la mattinata alle 10.30 sarà la Gran Bretagna ad esporre i seguenti dati economici: l’indice annuale dei prezzi al dettaglio e al consumo, il DCLG che misura la differenza dei prezzi delle abitazioni rispetto all’anno precedente. Alle 11.00 invece parlerà King, il governatore della BoE (Bank of England) e alla stessa ora sarà l’indice predittivo mensile ad essere visualizzato. Dati maggiori delle previsioni porterebbero ad un rialzo della Sterlina (GBP) e viceversa.

    Per quanto riguarda l’Euro (EUR) sono importanti le 4 notizie sovrapposte alle 11.00: l’indice annuale dei principali prezzi al consumo, l’indice sentimentale di fiducia degli investitori istituzionali tedeschi elaborato dal ZEW, l’indice annuale dei prezzi al consumo e l’opinione economica tedesca del ZEW. L’unico dato di oggi relativo al Dollaro americano (USD) è alle 14.30 e riguarda lo stato delle aziente manifatturiere di New York.

    Importanti notizie riguardano anche il Dollaro canadese (CAD) che nel primo pomeriggio – rispettivamente alle 14.30 e alle 15.00 – misureranno gli acquisti di titoli stranieri e l’importante annuncio del tasso di interesse.

    Ricerca personalizzata