Euro/Dollaro: tasso d’interesse nel calendario economico dell’8 marzo

    Il calendario economico della giornata odierna – 8 marzo – non è molto denso di notizie, ma i dati che saranno rilasciati, sono molto importanti e possono causare grossi movimenti di prezzo, dovuti ad alta volatilità sul mercato delle valute in generale e sul cambio Euro/Dollaro più precisamente.

    Durante la mattinata sono stati rilasciati i dati relativi alla bilancia commerciale francese ed i salari non agricoli. Alle 12.00 nel mirino è la Germania, con il dato mensile relativo alla produzione industriale. Ma non sono sicuramente queste le notizie che faranno oscillare i prezzi più del dovuto. Alle 13.45 infatti sarà rilasciato l’importantissimo dato del tasso d’interesse, con la successiva conferenza stampa del presidente della BCE Mario Draghi alle 14.30. Le previsioni vedrebbero un tasso d’interesse ancora all’1%, nel caso in cui il dato invece risultasse più basso, bisogna aspettarsi un corrispondente ribasso dell’euro, al contrario l’euro potrebbe salire.

    Per quanto riguarda gli USA invece i dati odierni cominceranno ad essere rilasciati a partire dalle 13.30 con l’indice annuale Challenger di riduzione dell’occupazione nelle imprese, un dato fornito dagli stessi datori di lavoro. Dati superiori alle attese sono da interpretare come segnali positivi per il dollaro e quindi rialzisti. Alle 14.30, in concomitanza con l’importante conferenza stampa del presidente Draghi, verranno rilasciati due dati statunitensi relativi alla disoccupazione: le richieste di disoccupazione continua e dei sussidi di disoccupazione. Alle 15.45 è l’indice di fiducia ai consumatori del Bloomberg ad essere posto sotto esame, mentre alle 16.30 le scorte settimanali di gas naturale.

    Come ogni giovedì sarà dunque una giornata molto movimentata per il trading sul mercato delle valute, con un probabile picco di volatilità intorno alle 14.30 per la coppia di valute EUR/USD.

    Ricerca personalizzata