Eurolega basket: Milano nella tana del Real Madrid

Le nostre italiane riprendono il loro cammino nella prestigiosa competizione dell’Eurolega di basket, e non mancano di certo le partite da cerchietto rosso in questa giornata. Il basket europeo si fa sempre più avvincente e il pubblico italiano si appresta a seguire con grande interesse il duello tra Madrid e Milano.

Non si tratta del solito match di Eurolega: Milano affronta una delle super potenze del basket continentale. Un budget milionario, una squadra attrezzata per battere chiunque. Volti noti e ed ex con il dente avvelenato che aspettano gli uomini di Banchi per portare a tre vittorie di fila il proprio bottino personale.

Madrid fino a questo momento rimane una delle favorite ad aggiudicarsi l’ambito trofeo messo in palio dall’organizzazione della Eurolega basket: una commistione di irriducibile classe iberica con i soliti immancabili picchi di talento made in USA. Ioannis Bourousis, centro greco del Real ,reduce dall’esperienza poco positiva in maglia Armani Jeans, sente particolarmente la sfida e sfruttando il fattore casalingo si augura di poter mostrare il suo enorme potenziale, mostrato solo a tratti nelle ultime due stagioni in casa Olimpia.

La tradizione spagnola contro un Olimpia rigenerata dalle ultime prove convincenti tanto in campionato quanto in Eurolega. La squadra di Luca Banchi non si presenta al completo al grande appuntamento di Madrid: le assenze di Gigli e Kangur non fanno più notizia in questo inizio di stagione, chi preoccupa il popolo Armani Jeans è Langford, che pare non aver smaltito del tutto la botta subita nel match contro Caserta.

Autentico trascinatore in questo avvio dell’Olimpia, il giocatore americano dovrà stringere i denti per contendere la vittoria a Llull, Rodriguez ma soprattutto a Rudy Fernandez, forse il miglior giocatore attualmente presente in Europa, dopo la grande fuga dalla Nba. E questi sono solo alcuni dei campioni in maglia bianca agli ordini di coach Laso. Anche “Il ToroGentile non sembra essere in perfette condizioni fisiche, ma i tifosi italiani hanno imparato a conoscere quale sia il piglio agonistico del figlio del grande Nando, pronto a scendere in campo e scaricare sugli avversari la sua immensa dose di agonismo. Servirà una partita perfetta ma l’Eurolega ha già dimostrato come nulla sia impossibile.

Siena invece farà tappa in Polonia per affrontare la squadra dello Zielona Gora. La Montepaschi non è partita benissimo in questa rassegna iridata europea, e dopo le sconfitte con Galatasaray e Bayern cerca la prima vittoria contro l’altra squadra del girone ancora a secco di successi dopo le prime due giornate.

Coach Crespi ha presentato la partita di domani come un match tutt’altro che scontato, sebbene si sappia relativamente poco della squadra polacca, inquadrata come compagine sufficientemente abbordabile del girone. L’attenzione dell’allenatore senese è rivolta soprattutto al prolifico Zamojski che nel proprio campionato viaggia a quasi 19 punti di media.

Dopo la deludente prestazione di Monaco, Hackett è pronto al riscatto come la colonia americana che fino a questo momento ha reso meno di quelle che fossero le reali aspettative, con Green ancora oggetto misterioso in Eurolega.

La serata odierna vedrà invece un incontro con protagonisti due pesi massimi del basket europeo in perfetto stile pugilistico: l’Eurolega di basket presenta all’angolo sinistro Zeljco Obradovic, all’angolo destro Ettore Messina. In tre parole: Fenerbache vs Cska. I due allenatori migliori che l’Europa possa vantare si troveranno avversari ancora una volta. Campioni a disposizione per entrambi, una rivalità vera che fa da contraltare alla massima stima reciproca che ha dato luogo a incandescenti precedenti, che fino a questo momento hanno sempre visto uscire vittorioso l’allenatore serbo, almeno per quanto concerne gli incontri decisivi.

Dopo anni in Grecia in casa Pana, Obradovic, a riposo la scorsa stagione, è tornato a spiegare pallacanestro su uno dei palcoscenici più esigenti d’Europa. Messina si è riaccomodato dalla scorsa stagione sul trono di Mosca dopo l’esperienza ai Lakers. Due degli allenatori più vincenti dell’Eurolega si ritrovano: lo spettacolo è assicurato.

[foto : www.euroleague.net ]

Ricerca personalizzata