Evasione fiscale: quali professionisti evadono di più?

Secondo l’Istat il belpaese ha una percentuale di economia sommersa in costante aumento in confronto alla media europa; essa in Europa conta il 18,5% del Pil mentre quella italiana tocca il 21%. L’Italia è nelle posizioni più alte nella classifica degli stati dove si evade di più. Luigi Giampaolino, presidente della Corte dei Conti, spiega l’attuale situazione italiana in merito a questa importante tematica: “Le dimensioni del complessivo fenomeno evasivo continuano ad essere particolarmente rilevati e collocano il nostro Paese ai primissimi posti nella graduatoria internazionale” . Queste parole trovano infatti conferma in recenti statistiche dell’OCSE, secondo le quali soltanto Turchia e Messico farebbero peggio di noi.

Quali sono i professionisti che evadono di più?

Un rapporto Eures ha stilato una classifica che indica i maggiori evasori. Alle prime posizioni troviamo le colf e le babysitter, insieme a artigiani, ristoratori e dentisti. Inoltre troviamo anche geometri, architetti, commercialisti, commercianti e avvocati nella classifica di coloro che non rilasciano le ricevute . Rispetto al 2012, è emerso che il 15% degli imprenditori e dei commercianti dopo la visita della Guardia di Finanza ha preferito rinunciare al contenzioso e pagare le imposte non saldate, ottenendo così lo sconto sulla sanzione fino ad un sesto del totale, quindi se un imprenditore doveva al fisco 36.000 euro di imposte non pagate, ne pagherà 30.000 dato che beneficerà della riduzione della multa.

Perchè si evadono tutte queste tasse?

Oltre ai soliti “furbetti”, le risposte a questa domanda sono molteplici: per prima cosa l’eccessiva pressione fiscale . Il macroeconomista statunitense Arthur Laffer , ideatore dell’omonima curva, sosteneva che all’aumentare della tassazione il gettito fiscale diminuisce, questo perché non tutte le persone possono pagarle, se lo facessero non potrebbero più sostenere le spese necessarie per la propria sussistenza. Un po’ quello che sta succedendo in Italia, molte persone evadono per far quadrare le spese.

Soluzioni per combattere l’evasione fiscale?

Le soluzioni per combattere l’evasione fiscale potrebbero essere: la riforma sui lavori a basso reddito di cui si è dotata anche la Germania consistente nella semplificazione della burocrazia e del fisco sia per le imprese che per questo tipo di lavori che consentono ai lavoratori di arrotondare lo stipendio per arrivare più agevolmente alla fine del mese.

Un’altra mossa consiste nell’uso della moneta elettronica , ossia utilizzare le carte di credito o di debito in modo tale da ridurre la quantità di moneta liquida presente all’interno di un determinato sistema economico. Questo consente di avere una mappa delle transazioni effettuate che ormai tutti noi conosciamo sotto il nome di tracciabilità dei pagamenti; questa soluzione ridurrebbe in maniera decisamente significativa questa incresciosa piaga sociale che attanaglia da troppo tempo l’economia italiana.

Ricerca personalizzata