F1: Hamilton e Rosberg sono scontenti

    L’andamento monotono di questo Campionato (con Sebastian Vettel unico protagonista) sta mettendo a dura prova i nervi di alcuni piloti, che da troppo tempo non riescono a stare davanti a tutti o che non sono mai riusciti a stare davanti. È il caso di Rosberg e Hamilton. Il pilota inglese della McLaren potrebbe essere davvero ai ferri corti con la McLaren, visto che dopo le sue dichiarazioni arrendevoli a fine gara nello scorso GP, il pilota sembra essere stato redarguito dalla scuderia che, invece, vuole ancora giocarsi le sue chance. Inoltre, il suo compagno di squadra sta vivendo un periodo veramente eccezionale e sta dimostrando di essere un gran pilota e anche la situazione in zona punti vede a favore Jenson Button nei confronti di Hamilton.

    Un altro pilota che comincia ad essere stanco della situazione attuale è Nico Rosberg, un pilota giovane, ma che ormai ha diversi anni di esperienza in F1 e dal momento in cui è arrivato in Mercedes avrebbe voluto essere lì davanti, a correre per il titolo.

    Invece, la Mercedes con Michael Schumacher e Ross Brawn non riesce ad essere competitiva come dovrebbe. Chiaramente Rosberg è seguito da altre scuderie visto che la sua abilità si sta dimostrando evidente in ogni GP grazie al fatto di essere sempre davanti al compagno di squadra (un pilota che ha vinto 7 mondiali di F1, 91 gare e conquistato 68 pole position e 154 podi).

    A questo punto Ross Brawn ha paura di perdere il pilota, visto che avrebbe detto in un intervista “Speriamo che rimanga con noi, perché noi stiamo per arrivare dove vogliamo”. Ma se Hamilton dovesse lasciare la McLaren…

    Ricerca personalizzata