Facebook compra WhatsApp: i dettagli dell’affare di Zuckerberg

Lo ha annunciato Zuckerberg dal corporate blog della compagnia: “I’m excited to announce that we’ve agreed to acquire WhatsApp and that their entire team will be joining us at Facebook“.
La nota app di instant messaging entra nel portafoglio Facebook senza perdere la sua indipendenza. Zuckerberg, infatti, rassicura che il team verrà mantenuto invariato e sia il co-founder che il CEO di WhatsApp, Jan Koum, si uniranno al board di Facebook.

Operazione conclusa per 16 miliardi di dollari tra liquidità e azioni. A questi si aggiungono 3 miliardi di dollari di azioni vincolate per i fondatori e i dipendenti di WhatsApp. Una cifra enorme se messa a confronto delle più contenute somme versate per l’acquisto di Ducati (992 milioni) e Instagram (1 miliardo). Data la mole di messaggi che quotidianamente transitano per il sistema di messaging più diffuso, la compagnia da Menlo Park non poteva non fiutare il business e farne un’arma per consolidare la sua “potenza” nella web industry. Per WhatsApp si stima un incremento di un milione di utenti al giorno: un grosso bacino di utenza da “inglobare”, partendo dagli attuali 400 milioni di utenti che la compagnia.

Si legge in una nota: “rafforzare la connettivita nel mondo sviluppando i servizi base di Internet in modo efficiente e conveniente“. Questa la missione perseguita da Zuckerberg con l’affare appena concluso. Il CEO di WhatsApp si dichiara onorato. Ecco cosa si legge nella nota ufficiale pubblicata oggi: “We’re excited and honored to partner with Mark and Facebook as we continue to bring our product to more people around the world.“(John Koum)

Ricerca personalizzata