Facebook imita Twitter: ecco gli hashtag di Mr Zuckerberg

Proprio come il noto uccellino, anche Facebook ha deciso di avvalersi degli hashtag, il celebre cancelletto utilizzato prima da Twitter e poi anche da altri social come Pinterest, Instagram o Tumblr, utile a raggruppare discussioni incentrate su un unico argomento.

Sul possibile utilizzo degli hashtag da parte di Mr Zuckerberg si rumoreggiava già da tempo. ‘‘Ogni giorno centinaia di milioni di persone usano Facebook per condividere i loro pensieri o i momenti piu’ importanti. Per dare maggiore visibilita’ alle conversazioni, lanciamo una serie di funzioni che evidenzieranno alcune discussioni. Da oggi, gli hashtag su Facebook saranno cliccabili” così dicono da Palo Alto (città in cui risiedono gli uffici centrali di FB) per introdurre la novità.

Le funzioni dei cancelletti saranno molto simili a quelle già esistenti per gli altri social (Tumblr, Pinterest Instagram o Twitter). Nello specifico, in FB consentiranno di contestualizzare un post o segnalare a quale discussione questo appartenga. Cliccando sul link verrà aperto un ‘feed’ che raccoglierà tutto ciò che gli utenti dicono su quell’argomento o le pagine a lui dedicate.

Gli hashtag sono solo il primo passo per aiutare le persone a scoprire più facilmente cosa dicono gli utenti. Facebook – specificano dal quartier generale – continuerà a lanciare nuove funzioni nelle settimane e mesi che verranno, come gli hashtag più popolari e gli approfondimenti, che aiuteranno gli utenti a scoprire cosa si dice nel mondo”.

Un’altra novità introdotta a pochi mesi dell’inserimento del nuovo layout delle pagine diario. Un cambiamento che permetterà agli utenti di saltare a pié pari i mi piace, le pagine pubbliche o i diari per inserirsi esclusivamente su una discussione di loro interesse o, almeno, quella più trendy al momento. Attraverso l’hashtag, infatti, si immette direttamente il proprio punto di vista su un confronto collettivo (di piazza virtuale come diremmo adesso) creando una sorta di misuratore in tempo reale delle posizioni dell’opinione pubblica; quanto meno quella della rete.
In ogni caso, dall’azienda si affrettano a precisare che l’introduzione degli hashtag non sarà immediata. Il cancelletto è ora presente soltanto nella versione inglese del sito, mentre è assente per tutte le altre lingue. Una sorta di mega testing, in effetti, per conoscere le potenzialità e le criticità di questi link su una vasta piattaforma quale che è FB.

Altra precisazione doverosa da fare è che gli hashtag di FB non richiameranno tutti i post degli utenti, bensì quelli che il navigatore del sito deciderà di condividere. Tale scelta è volta a mantenere la privacy sui messaggi ma anche per evitare l’eccessiva imitazione di Twitter sul portale. In fondo, sono sempre social concorrenti! Per questi motivi, l’hashtag potrà essere “pubblico” o per gli “amici” consentendo, in tal modo, una limitazione di sharing; restrizioni che assomigliano a quelle che già stabiliamo per altri contenuti privati come i video e le foto.

Non ci resta che aspettare, dunque, e capire quanto l’uccellino stia volando vicino alle lande sconfinate della bella Zuckerbergland!!!

 

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=QjEfaPRANq0[/youtube]

Ricerca personalizzata