La Polizia Postale lancia l’allarme in merito a una nuova truffa che da qualche giorno a questa parte è tornata a colpire gli utenti Facebook. Come si può evincere dall’immagine di copertina, c’è un gruppo di cybercriminali che sta sponsorizzando dei post che promettono, a chi ci casca, di fargli scoprire il significato del proprio nome o di consultare l’oroscopo della settimana.

Peccato però che dietro questi link non ci sia nulla di tutto ciò: una volta cliccato su questi post ci si ritrova dirottati in pericolosi siti web, che dopo aver chiesto i dati personali dei malcapitati attivano degli abbonamenti molto costosi sui loro smartphone.

Per aumentare le probabilità che gli utenti Facebook clicchino su questi post, i malintenzionati hanno pensato bene di mettere in mostra il volto di Fabio Rovazzi, facendo credere che anche lui abbia usato l’applicazione (il nome di Fabio viene quindi definito come Fortunato, Apatico, Brutto, Infantile e Ottuso). Tuttavia, come dicevamo, la questione del significato del nome è solo una scusa per fare incetta di vittime: il fine ultimo, in realtà, è tutto un altro e non ha nulla a che vedere con gli innocui giochini della rete.

Come spiegano i responsabili della Polizia di Stato sulla pagina “Una vita da social”, “se vi capita di finir vittime di questa truffa contattate prontamente il vostro operatore telefonico e chiedete la disattivazione dei servizi premium e la restituzione del maltolto”.