Fiorentina-Cagliari 3.a giornata: a Borja Valero risponde Pinilla

Finisce con una rete per parte l’anticipo domenicale delle 12.30 tra Fiorentina e Cagliari. Succede tutto nella ripresa: viola in vantaggio al 71′ con lo spagnolo Borja Valero, pronto a spingere in rete una palla vagante in area di rigore; gli isolani acciuffano il pari a un minuto dal termine con un gran colpo di testa del neoentrato Pinilla. Per la squadra di Montella un’occasione persa per confermarsi in vetta alla classifica; per gli uomini di Lopez un punto che fa morale, dopo un’ottima gara giocata a viso aperto per tutti i 90′.

Il tecnico napoletano si affida al solito 3-5-2 con Tomovic al posto dell’infortunato Savic, Ambrosini al centro del campo e Pasqual regolarmente sulla corsia di sinistra nonostante l’infortunio alla testa rimediato in Nazionale. Nel Cagliari si rivede Cossu tra le linee, Murru a destra è preferito ancora una volta ad Avelar e la coppia d’attacco è Sau-Ibarbo.

Il match. La prima parte di gara non regala grosse emozioni: le due squadre non lasciano spazi e si affidano al gioco di rimessa. Dopo mezz’ora Cuadrado è costretto a lasciare il campo per un infortunio alla spalla: al suo posto entra Joaquin. La stessa sorte capita dopo 4′ della ripresa a Gomez: il suo ginocchio si gira dopo un contrasto con Agazzi; l’attaccante tedesco esce dal campo in barella vistosamente dolorante. La partita sembra prendere quota: Nainggolan sfiora il palo sugli sviluppi di un corner e Rossettini rischia il clamoroso autogol sporcando un cross dalla sinistra di Pasqual. Al 26′ viola in vantaggio: Rossettini devia un colpo di testa di Rossi, Borja Valero è abile a leggere la traiettoria della palla e ad infilare Agazzi da pochi metri. Ma i rossoblu non si danno per vinti e ad un minuto dal termine raggiungono il pareggio con uno stacco imperioso del cileno Pinilla. I minuti di recupero sono infuocati: Rossi reclama un calcio di rigore e Pizarro viene espulso per proteste.

Ricerca personalizzata