Fiorentina News: Montella reinventa l’attacco contro il Dnipro

A poche ore dal secondo match di Europa League della Fiorentina, Vincenzo Montella ha moltissimi problemi di formazione. Gli infortuni di Gomez, Rossi, Rebic e le precarie condizioni di Cuadrado lo costringeranno a schierare una squadra in piena emergenza contro gli ucraini del Dnipro, squadra che, almeno sulla carta, dovrebbe contendere ai viola il primato nel girone.

In attacco il tecnico non ha scelta, l’unica punta di ruolo disponibile è il giovanissimo Ryder Matos, già a segno nella gara d’esordio contro il Paços de Ferreira, che verrà affiancato sulle fasce da Joaquin e Mati Fernandez.

A centrocampo Ambrosini occuperà uno dei due posti da mezzala, visto che Aquilani non compare nella lista dei convocati, l’altro spetta di diritto allo spagnolo Borja Valero, con Pizarro che farà da schermo davanti alla difesa.

Il reparto arretrato, del quale non farà parte ancora una volta Facundo Roncaglia, sarà composto da Tomovic e Marcos Alonso sulle fasce e da Compper e Gonzalo Rodriguez al centro. Dubbi anche su chi difenderà la porta della Viola: Neto, titolare finora, contro il Parma ha disputato una gara mediocre e Montella potrebbe preferirgli l’ex portiere dell’Almeria, Munua, arrivato durante il mercato estivo.

Il tecnico della Fiorentina ai microfoni di Sky Sport, ha detto la sua sugli avversari, ormai dei veterani in Europa (lo scorso anno battettero il Napoli per 3-1 ndr): “Il Dnipro è abituato a questi palcoscenici e ha in rosa giocatori di grande talento, giocano su ritmi molto elevati. Ogni prestazione è un test e noi siamo soddisfatti di quanto ottenuto fin qui, anche se c’è un po’ di amarezza per alcuni risultati buttati via nel finale. Dobbiamo crescere per evitare certi cali di tensione. Neto a volte finisce nel mirino della critica in maniera eccessiva. Deve stare sereno e continuare a maturare come sta facendo perché ogni partita è un’esperienza importante per la sua formazione. Rossi? Sapevo che si poteva correre quel rischio, ma non avevo alternative. L’infortunio è piccolo e stiamo facendo il possibile per recuperarlo per domenica, anche se è difficile. Lui vuole esserci e in questi giorni proverà ad accelerare i tempi del rientro”.

Ricerca personalizzata