Forte scossa di terremoto in Campania

Una forte scossa di terremoto è stata registrata a Napoli e in altre zone della Campania intorno alle 18.00.

Il sisma, è stato nettamente avvertito anche dalla popolazione e ha portato tanti a scendere in strada.

Già questa notte due scosse ravvicinate erano state registrate alle 02.04 e alle 02.19, con epicentro nei pressi di Buonalbergo e Molinara. La magnitudo degli eventi di questa notte è stata pari a 2.6 e 2.4 della scala Richter, con una profondità dell’ipocentro compresa fra 21.8 e 10.7 km. Scosse, che data la profondità e la magnitudo contenuta, oltre che per l’orario notturno, non erano state avvertite distintamente dalla popolazione ad eccezione di qualche segnalazione.

Il distretto sismico del Sannio è noto per un numero di eventi limitato ma con magnitudo solitamente elevata.

Intorno alle 18.00 di oggi però la terra ha tremato ancora. La forte scossa di terremoto è stata avvertita da Napoli all’Irpinia. Su Twitter in molti hanno affermato di aver avvertito il sisma fino in Puglia.

Il terremoto avrebbe una magnitudo di 4.9 e una profondità di circa 10 km. L’epicentro probabilmente localizzabile presso San Potito Sannitico.

Per ora non ci sono notizie di vittime o feriti.

Il sisma è stato avvertito in maniera netta e per diversi secondi anche nel Casertano e nel Salernitano, ma la paura maggiore si è avuta a Napoli, dove la scossa si è sentita soprattutto ai piani alti dei palazzi. Notevole lo spavento, anche per il ricordo del sisma del 23 novembre del 1980. Pochi minuti prima era stata registrata una scossa con magnitudo 2.7 anche nell’area del Matese.

Forte scossa di terremoto in Campania

Subito dopo l’evento, i centralini dei vigili del fuoco hanno ricevuto decine di chiamate, finora soprattutto per richiesta di informazioni o per la segnalazione di danni di poco conto come la caduta di calcinacci da cornicioni di edifici.
La raccomandazione è quella di non utilizzare i telefoni se non in caso di reale emergenza e di preferire per le comunicazioni ordinarie strumenti come Twitter e Whatsapp.

Ricerca personalizzata