Fuori stagione – le pesche

    Torta di Pesche

    Questo è un dolce che di solito di fa con le pesche fresche, beh magari avrete la fortuna di trovare ancora qualcosa dal fruttivendolo, altrimenti è possibile realizzarlo con le pesche sciroppate.

    Ingredienti
    Dosi per 4 persone:

    • 100 gr. di farina
    • 2 pesche mature o sciroppate
    • 3 uova
    • 60 gr. di zucchero
    • 1 vasetto di yogurt bianco intero
    • 50 gr. di fecola
    • 2 cucchiaini di lievito
    • la scorza grattugiata di mezzo limone
    • cannella in polvere

    Preparazione:
    Montate bene con la frusta elettrica i tuorli con lo zucchero e la scorza di limone, poi aggiungetevi lo yogurt. A parte montate gli albumi a neve ben ferma, uniteli con delicatezza al composto di uova e zucchero e profumate con un pizzico di cannella. Aggiungete pian piano la farina setacciata insieme alla fecola ed al lievito. Imburrate ed infarinate uno stampo da torte, versate il composto ed aggiungete le pesche tagliate a fette. Cuocete nel forno preriscaldato a 180 gradi per 40 minuti circa, o fino a quando la superficie sara’ ben dorata.

    MARMELLATA DI PESCHE

    l 1 kg di pesche pulite, 700 gr di zucchero

    Si prendono le pesche e si cerca di togliere la buccia; se non si riesce si gettano le pesche per qualche minuto in acqua bollente per poterle poi spellare con facilità. Si tagliano a pezzi, levando il nocciolo, e si mettono in una terrina con lo zucchero, si mescola e si lascia riposare per 12 ore. Il giorno dopo si mettono al fuoco e, mescolando spesso, si fanno cuocere finché la marmellata non avrà raggiunto la giusta consistenza.

    GELATINA DI PESCHE

    500 gr di succo di pesche, 500 gr di zucchero

    Si prendono delle belle pesche sugose, si tagliano senza togliere la buccia e si fanno cuocere finché si saranno spappolate. Si versano quindi in una tela di lino per far colare il succo. Il giorno dopo si pesa il succo, lo si mette al fuoco con lo zucchero nelle proporzioni indicate e si fa cuocere finché sarà gelatina.

    CONSERVA DI PESCHE

    1 kg di pesche passate, 500 gr di zucchero, il succo di 1 limone

    Durata della sterilizzazione: in vasi piccoli 25 minuti, grandi 30 minuti, grandissimi 35 minuti a 90°.

    Si prendono pesche possibilmente mature, si levano i noccioli e, dopo averle tagliate a pezzi, si cuociono a fuoco moderato finché si saranno completamente spappolate. Si passano attraverso il setaccio o il passaverdura e si pesano. Si rimettono al fuoco con lo zucchero nelle proporzioni indicate e vi si aggiunge il succo di un limone. Quando la conserva è pronta, si invasa ancora calda e una volta raffreddata si sterilizza.

    SUCCO DI PESCHE

    500 gr di succo di pesche, 200 gr di zucchero

    Si ottiene il succo dalle pesche come si è fatto per la gelatina. Si pesa il succo, lo si mette al fuoco con lo zucchero, si lascia bollire finché lo zucchero non si sarà completamente sciolto.

    PESCHE SCIROPPATE

    2 kg di pesche, I kg di zucchero, 1 stecca di vaniglia, I bicchierino di rum

    Sono da preferirsi le pesche gialle, grosse e dure. Si buttano per un attimo le pesche in acqua bollente per poterle spellare con facilità. Tagliarle ora a metà o, se si preferisce, a spicchi e metterle in una terrina con la vaniglia e ricoperte di zucchero. II giorno dopo, prendere il succo die avranno lasciato e farlo bollire per 3 minuti. Togliere la vaniglia e lasciar’ raffreddare lo sciroppo. Disporre’ le pesche nel vaso e versarvi Io sciroppo. Prima di chiudere i vasi aggiungere il rum.

    Il liquore di oggi:

    Crema al cioccolato fondente

    Ingredienti:

    • 210 gr. di cioccolato fondente
    • 180 gr. di latte
    • 300 gr. di acqua
    • 510 gr. di zucchero
    • 310 gr. di alcool puro 90°
    • un pizzico di vaniglia
    • un bicchierino di rhum

    Preparazione:

    Riducete il cioccolato fondente in scaglie, quindi mettetelo in un pentolino a bagnomaria con metà acqua, e fatelo sciogliere a fuoco dolcissimo senza farlo bollire. Una volto sciolto, unite la vaniglia e aggiungete a filo il latte e l’acqua rimasta con lo zucchero, otterrete una crema bella fluida. Fatela freddare e versatevi l’alcool ed il rhum, mescolate e imbottigliate tappando ermeticamente. Si conserva bene anche a temperatura ambiente, ma è consigliabile servirlo leggermente freddo.

    Tisana per curare l’Afta

    Fare un infuso in un litro d’acqua bollente: timo serpillo gr.70, foglie di salvia gr.90, menta foglie gr.90. Usare questa tisana per sciacqui e gargarismi.

    Ricerca personalizzata