Gateau di patate

    Il Gateau di patate è un tipico piatto della cucina napoletana.
    Ingredienti per 6 persone:
    1 kg di patate vecchie a pasta gialla
    2 bicchieri di latte
    2 etti di burro ammorbidito
    3 etti di salame tipo napoli tagliato a listarelle di 3 cm. x ½ cm.
    4 etti di provola affumicata tagliata a dadini di 1,5 cm. di lato
    7 uova di cui 2 rassodate, facendo bollire l’acqua per 7 minuti, sgusciate e tagliate a fettine
    150 grammi di parmigiano grattugiato
    2 cucchiai di pangrattato
    Noce moscata
    Sale e pepe nero macinato q. b.

    Preparazione:

    Bollite le patate con la buccia, ancora calde, sbucciatele e mettetele nello schiaccia patate, e ponetele in un contenitore. Aggiungete metà del burro e amalgamate a mani nude finchè sia completamente sciolto, a questo punto unite 4 uova intere, latte, una manciata di parmigiano, un pò di noce moscata, il salame e infine le fettine di uova sode. Controllate il sale e aggiungete il pepe macinato. Cospargete una teglia con del burro di circa 30 cm di diametro, e buttateci qua e là un pò di pan grattato. Formate un unico strato con il composto di patate avendo cura di farlo ben aderire al fondo e alle pareti della pirofila. Cospargete di pan grattato e pezzettini di burro. Mettete a cuocere in forno già caldo a 190° C per una trentina di minuti finchè la superficie non diventi dorata. Ricordate che l’impasto e la sistemazione nella teglia vanno fatti solamente a mani nude senza l’aiuto di nessuna posata. Ora togliete dal forno e aspettate che il gateau si raffreddi in una mezzoretta, prima di servirlo, taglietelo in grandi fette e accompagnatelo con una fresca insalata verde. Il gateau napoletano è uno sformato di patate tipico della cucina partenopea, fu diffuso da cuochi francesi chiamati nel Reame di Napoli in occasione delle nozze della regina Maria Carolina, e non è un piatto della cucina francese, ma è stato realizzato in quel Reame con gli ingredienti che si utilizzano nella cucina napoletana.

    Ricerca personalizzata