Gattini con coda mutilata e zampine rotte: si cerca il colpevole

Si sono ripetuti nel corso di poco meno di un mese i maltrattamenti nel comune di Sala Comacina (Como) a quattro piccoli gattini, la cui unica colpa per il loro seviziatore era evidentemente solo quella di esistere. Gesti immotivati e crudeli, soprattutto considerando che i gattini avevano una padrona e non avevano mai infastidito nessuno.

La signora Claudia Grimoldi, madre di due bambini, viveva insieme a due gattini ma aveva deciso di adottarne altri due dopo aver visto i piccoli vagare affamati in prossimità della sua abitazione. I quattro micini aveva stretto tra loro un bellissimo rapporto, oltre ad essersi attaccati molto alla famiglia e ai bambini.

Tutto è iniziato quando una mattina la signora Claudia ha visto che ad uno dei suoi gattini era stata mozzata la coda ed erano state spezzate le zampe: neanche l’intervento tempestivo del veterinario è riuscito a salvare il piccolo. È passato poco tempo prima della successiva aggressione, sempre con le stesse modalità ma con esito diverso: questa volta i due gattini seviziati sono stati salvati, ma riportano sul loro corpo le conseguenze della violenza, non riuscendo a camminare in maniera ottimale e mostrandosi molto spaventati.L’ultimo episodio è avvenuto giovedi scorso, quando anche il quarto gattino è stato trovato mutilato in maniera motlo grave.

La signora Claudia, esasperata da tanta sofferenza, si è rivolta al personale municipale per chiedere aiuto. Sul portale Informasala è stato diffuso un annuncio in cui si chiede espressamente a tutta la popolazione di fare attenzione ai prorpio animali e di aiutare attraverso le segnalazioni agli uffici comunali al numero 0344/55102 oppure all’associazione per la protezione animali di Como 031/542926.

 

Ricerca personalizzata