GENOA: ciao Gasperini, arriva Ballardini

    La notizia, anticipata da Sky, dovrebbe essere presto ufficializzata anche dal club ligure

    GENOVA, 8 novembre – La prima panchina di serie A a saltare – se si esclude l’esonero di Colomba prima dell’inizio del campionato – è, a sorpresa, quella del Genoa. Al presidente Preziosi, che anche quest’anno ha fatto una campagna acquisti di tutto rispetto, probabilmente non sono andate giù le cinque sconfitte ottenute in dieci partite.

    Gasperini che, fino a ieri, era il tecnico più longevo della serie A, era arrivato al Genoa nel 2006, quando i rossoblu navigavano in B. Il mister, di scuola juventina, aveva subito portato i Grifoni in serie A e li aveva condotti al successo nel derby con la Sampdoria, un risultato che alla Genova rossoblu mancava da parecchi anni. Gasperini paga l’inizio non brillante della sua squadra, continuamente falcidiata da infortuni e spesso penalizzata da errori grossolani come quello di Eduardo nella partita contro l’Inter, e la scarsa prolificità dei bomber ( solo 8 goal segnati in 10 partite, una media da piena retrocessione ).

    Il successore di Gasperini sulla panchina del Genoa sarà Davide Ballardini, ex-allenatore di Lazio e Palermo, a cui toccherà l’arduo compito di riportare i Grifoni in posizioni che si addicono di più al valore della squadra.
    Al momento attuale il Genoa ha 11 punti ( 5 sconfitte, 2 pareggi, 3 vittorie ) e si trova a soli 3 punti dalla zona retrocessione.

    Ricerca personalizzata