Giorgia Wurth: splendida donna che non ama legami vincolanti

    Giorgia Wurth ha recentemente affermato di essere traditrice per natura, proprio come Tessa, il personaggio che ha interpretato in  “Le tre rose Eva“, che ha  fatto di tutto per farsi amare da  Ruggero.  “Io sono l’eterna seconda: ai provini, come nel cuore degli uomini. Nei film sono sempre l’altra: l’amante, la prostituta… A questo punto meglio arrivare terza!”, ha affermato la Wurth in occasione di un’intervista a Max, che le ha dedicato l’ultima copertina, in cui appare sensuale e splendida, con uno sguardo folgorante.

    La Wurth non si vergogna di dire che non ama essere il leader, prediligendo essere guidata, sia nella vita privata che in quella professionale, sottolineando che, a differenza delle colleghe, vuole sempre che sia il regista a dirle cosa fare.

    “Se non avessi qualcuno a darmi i tempi, nella vita non combinerei niente. Però ogni tanto mi piace essere libera, e allora scrivo”, ha asserito l’attrice ligure d’adozione, visto che il padre è di origini svizzere. Giorgia non ama legami vincolanti e per questo pensa di sposarsi dopo i 50 anni, in quanto si sente traditrice per natura e poi, secondo lei, la monogamia è molto vantaggiosa nella società.

    Al termine dell’intervista a Max, la Wurth ha confessato di essersi già sposata, una volta, a Las Vegas, con un uomo molto somigliante a Bob Dylan. Sarà stato forse il matrimonio naufragato a rendere la Wurth così recalcitrante nei confronti del legami duraturi? Non si sa, ma certo, se volesse cambiare idea, non le mancherebbero sicuramente i pretendenti.

     

    Ricerca personalizzata