Gli aspetti di Bulletstorm

    Adrian Chmielarz, fondatore e creative director di People Can Fly, in una recente intervista ha parlato di diversi aspetti dello shooter Bulletstorm, atteso per PC, PS3 e Xbox360 nel prossimo Febbraio, paragonandolo in parte a Painkiller ma evidenziando le differenze.

    Dicendo: “Lo spirito di Painkiller è presente, questo è vero, ma penso che Painkiller sia stato il canto del cigno della ‘vecchia scuola’. Bulletstorm è più moderno nel design, con gregari, dialoghi dinamici in gioco, IA avanzata, scripting accurato ecc. Personalmente reputo la storia come la cosa più importante. In Painkiller, questa era chiaramente una scusa per mischiare insieme tutti quei livelli pazzi, mentre in Bulletstorm la storia è venuta prima e il gioco le è stato costruito intorno.”

    “La gente che, basandosi sulla manciata di filmati di giocato che abbiamo rilasciato, pensa che Bulletstorm sia soltanto uno ‘shooter spensierato pieno di comicità volgare’ stà per ricevere uno shock quando proverà l’esperienza di gioco completa. Lo shock migliore, ecco la verità.”

    “Spero che la gente che si aspetta uno ‘shooter spensierato’ non rimanga delusa quando emergerà una profondità inaspettata, sia in senso di storia sia in senso di gameplay. Continuo a ripeterlo e so che al momento è solo una promessa, ma spero che quando le preview del gioco completo giungeranno alle stampe la gente sarà in grado di vedere un lato differente di Bulletstorm, un lato che sorprenderà davvero un sacco di giocatori.”

    Ricerca personalizzata