Google pagherà gli utenti per poterne tracciare i movimenti

    La notizia che riporteremo in questo articolo di sicuro non piacerà a tutti coloro che sono fissati con la privacy online. La sicurezza dei propri dati online è un fattore di primaria importanza che viene compromesso sempre di più ogni volta che ci registriamo ad un nuovo social network, in particolare Facebook.

    Negli scorsi giorni ad esempio è venuta fuori una notizia secondo cui un bug presente sul social network per eccellenza impedisca di eliminare definitivamente le proprie foto. Ma se da Facebook si è ormai abituati a sentire notizie riguardanti la scarsa sicurezza dei propri dati, il nuovo servizio offerto da Google farà sicuramente discutere.

    In pratica, la società di Mountain View starebbe per lanciare (probabilmente entro il 2013) un servizio chiamato Screenwise tramite il quale l’utente potrà guadagnare qualche soldo (sono previsti dei regali da parte di Amazon) ma in cambio dovrà consentire a Big G di tracciare tutti i suoi movimenti in Internet.

    Ora bisogna fare una considerazione: quante persone sono disposte a farsi tracciare tutti i movimenti che compiono in Internet in cambio di una Gift card di Amazon da 5 dollari al momento dell’iscrizione al servizio e un’altra carta da 5 dollari sempre di Amazon ogni tre mesi?

    Qual è lo scopo di questa scatola nera che traccerà i vostri movimenti? Secondo Google servirà a migliorare la qualità dei prodotti e dei servizi offerti. Tuttavia, ci sono opinioni molto diverse da parte di alcuni analisti. Essi sostengono che con questa scatola nera Google riuscirà a tracciare non solo i siti che visitiamo ma avrà una panoramica completa delle nostre azioni.

    Ricerca personalizzata