GP di Magny Cours: doppietta di Sykes, ora il titolo SBK è vicino

Tom Sykes mette la firma su entrambe le manches del GP di Magny Cours, portandosi a un passo dal titolo SBK. Il pilota inglese domina tutto il weekend in terra francese, dalla superpole alle due gare, entrambe interrotte anzitempo (gara-1 per incidente e gara-2 per pioggia). L’unica gioia italiana deriva dal Mondiale Costruttori, con l’Aprilia che dovrà fare almeno 6 punti su 50 a disposizione nel prossimo GP per vincere il titolo.

In gara-1, il britannico scatta benissimo dalla prima posizone e prova subito la fuga ma è tallonato dal beniamino di casa, nonchè suo rivale in classifica, Sylvain Guintoli. Tuttavia, non ci vuole molto a capire che il passo del pilota Kawasaki è decisamente migliore e infatti, in pochi giri, il francese dell’Aprilia deve arrendersi e accontentarsi del 2° posto. Sykes taglia il traguardo in solitaria, così come Guintoli e Laverty, che si tira fuori dalla bagarre e si prende il terzo gradino del podio. Alle sue spalle, David Giugliano (Aprilia) la spunta sul deludente Melandri (BMW), mentre dietro si scatena la battaglia per il 5° posto tra Pirro, Fabrizio, Haslam e Toni Elias, con lo spagnolo che cade mentre gli altri tagliano il traguardo in quest’ordine. Da segnalare che gara-1 è durata solo 19 giri a causa dell’incidente di Aitchison (senza conseguenze per il pilota).

In gara-2 è di nuovo Sykes a trionfare e questa volta dominando dall’inizio alla fine, senza lasciare possibilità di replica agli avversari. Guintoli e Laverty devono accontentarsi di lottare per il 2° posto e alla fine la spunta il pilota irlandese, a cui viene convalidata la 2° piazza in base alla classifica del penultimo giro, dal momento che la gara è annullata per pioggia. Il 4° posto è ancora una volta di Giugliano che, anche se mai in lotta per il podio, si dimostra molto costante. Davies chiude 5° e vince il duello con il compagno di squadra Melandri, solo e addirittura dietro alla wild card Philippe che centra un ottimo 6° posto con la Suzuki. Elias è 8°, mentre Pirro e Fabrizio sono costretti al ritiro.

Con un solo Gran Premio al termine, quello di Jerez tra due settimane, Tom Sykes conduce con 38 punti di vantaggio su Laverty e 37 su Guintoli. Per avere un’idea precisa della situazione basti pensare che i punti a disposizione sono solo 50, quindi al britannico della Kawasaki basterà fare 13 punti nelle ultime due manches per diventare il nuovo Campione Superbike.

Ricerca personalizzata