Grace of Monaco esce nel 2014, Nicole Kidman rinuncia all’Oscar

“Molto tempo dopo la caduta di Casa Grimaldi, il mondo continuerà a ricordare il vostro nome, Principessa. Tu sei la favola, la serenità a cui tutti aspiriamo”, dice la voce over che accompagna le immagini nel primo trailer ufficiale del film “Grace of Monaco” di Olivier Dahan. Nel biopic sulla principessa monegasca, interpretata da Nicole Kidman, si raccontano sei mesi cruciali vissuti da Grace Kelly nel 1962, quando già sposa del principe Ranieri si ritrovò divisa tra gli echi di una crisi diplomatica con la Francia e il desiderio mai sopito di ritornare a recitare, diretta ancora da Alfred Hitchcock.

Quella di Grace Kelly, la diva di Hollywood divenuta principessa, in realtà non è stata una favola a lieto fine. Un tragico incidente automobilistico ne ha spento prematuramente l’esistenza. E anche al cinema la vita della principessa non è certo tutta rosa e fiori.

Dopo la pubblica “bocciatura” nel gennaio scorso quando i figli della principessa hanno criticato duramente il progetto cinematografico, ecco un’altra doccia gelata per “Grace of Monaco”. L’uscita della pellicola inizialmente prevista negli Stati Uniti per il 27 novembre 2013 (e in Italia il 19 dicembre) è stata rimandata alla primavera del 2014, ufficialmente – fa sapere la Weinstein Company che distribuisce il film – per permettere al regista di completare nel miglior modo possibile il biopic, dandogli un taglio più commerciale. Salta così la suggestiva sfida autunnale tra le principesse Diana d’Inghilterra e Grace di Monaco a colpi di biopic cinematografici. Ma soprattutto salta ogni possibilità per Nicole Kidman di concorrere alla sua seconda statuetta come “Miglior attrice protagonista” ai prossimi Academy Awards.

Per quest’anno Weinstein, artefice principale della vittoria all’Oscar della giovanissima Jennifer Lawrence nel 2013, deve aver deciso di puntare su altri “cavalli vincenti”, tutti di altissimo livello, da Judy Dench, protagonista di “Philomena”, a Meryl Streep e Julia Roberts, protagoniste entrambe di “August: Osage Country”. Ma di fatto lo slittamento della pellicola di Dahan alla prossima primavera potrebbe tagliare completamente fuori l’attrice australiana, e il film stesso, anche dalla corsa agli Oscar 2015 vista la tendenza dell’Academy a non tenere molta considerazioni titoli usciti 6-8 mesi prima dalla cerimonia di premiazione. Un brutto colpo per la carriera di Nicole, a cui si spera di non dover aggiungere anche un flop al botteghino.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=BHANXyIViVE[/youtube]

Ricerca personalizzata