Beppe Grillo ormai fuori controllo: nuove offese a tutti e battuta infelice sul Papa

In tanti gli abbiamo dato fiducia, ma Beppe Grillo ora sta oggettivamente esagerando e da portavoce della protesta e del malcontento italiano, che in tantissimi avevamo sostenuto, si sta via via trasformando in megafono di mera maleducazione fine a se stessa.

L’ articolo di oggi del suo blog ha lo scopo chiaro, partendo da una nota canzone di Gaber (Destra-Sinistra), di confermare che Il Movimento 5 Stelle non è nè di destra nè di sinistra. Parole preziose per ricordare le tante malefatte di entrambi gli schieramenti, ma anche alcune frasi fuori dal Mondo, che difficilmente potrebbero essere attribuite a persone nel pieno possesso delle proprie facoltà mentali.

“Portare una canoista al governo, un po’ tedesca,  è da scemi più che di sinistra” (il riferimento è alla nea ministra dello Sport Josefa Idem, ndr). E poi in maniera irrispettosa contro Papa Francesco: “Anche il Papa ultimamente è diventato qualunquista e un po’ populista, dice di pensare agli ultimi e non alle banche che siano di destra o di sinistra”.

Le dichiarazioni del Pontefice di ieri davanti a 200mila persone avevano invece l’unico chiarissimo obiettivo di puntare il dito contro il mondo politico ed economico, che attraverso le leggi di mercato sta negli anni conducendo alla miseria intere popolazioni, con l’unico scopo di far aumentare la ricchezza di lobbies economiche e finanziarie. E se Beppe Grillo fa dell’ironia anche su affermazioni del genere (le giudica forse troppo sceniche, tardive, non so, ma Papa Francesco è capo della Chiesa da pochissimo tempo), in teoria anche vicinissime all’ideologia grillina di fondo, significa che davvero il comico sta perdendo lucidità giorno dopo giorno.

Ricerca personalizzata